Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

lunedì 5 marzo 2012

Il compleanno del mio fratellino volante!



Sabato scorso è stato il compleanno del mio fratellino.
E’ il mio fratellino anche se è alto un metro e ottantatré, ha la chioma quasi completamente bianca e ha festeggiato i 45!  
E’ il mio fratellino da sempre, da quando ha tagliato tutti i capelli della mia bambola preferita e l’ha scarabocchiata tutta, che nemmeno gli impacchi di alcol della mia mamma hanno tolto i segni. Da quando ha completamente divelto tutti i tasti del mio piccolo pianoforte giocattolo (di legno azzurro, a coda, bellissimo) perché *il motore faceva un rumorino* che non gli piaceva. E’ il mio fratellino perché io sono la sorella maggiore ed ho sempre dovuto dare l’esempio…. Quando ancora esempio significava qualche cosa.

E’ stato il mio fratellino ad accompagnarmi in ospedale quando un incidente di macchina fermò la nostra macchina una mattina di novembre tanti anni fa.

E’ stato per il mio fratellino che ho passato ore davanti alla porta di una sala rianimazione, quando un incidente sul lavoro gli fece fare un volo di oltre 12 metri, in un afoso settembre del 2009. Il mio fratellino quando è stato ricostruito osso per osso da un equipe di chirurghi eccezionale in un Ospedale come Niguarda che spesso viene considerato vecchio ed obsoleto solo perché sopravvive in padiglioni desueti.

Per il mio fratellino ho fatto il tifo, non ho permesso che si arrendesse e… il mio fratellino ce l’ha fatta con una determinazione, con l’aiuto di una banda di amici fenomenali che lo hanno spronato, stimolato, sostenuto, fatto incazzare ma reagire… camminare di nuovo (e diritto come un fuso!) … lavorare di nuovo.

A lui, che una mia amica ha soprannominato *l’uomo volante* e che per suo nipote E’ tutt’ora *LO ZIO VOLANTE* promisi una torta già quando uscì dall’ospedale ma il tempo tiranno e la fretta mi fecero sempre rimandare… sino a questo compleanno!



Non è perfetta. Solo la ricopertura mi è costata 2 ore e mezza di lavoro, con mezzi di fortuna perché non avendo mai fatto nulla del genere mi sono trovata a difettare di attrezzi (sopperiti con l’inventiva… per lisciare ho usato un fondo di un bicchiere perfettamente diritto invece di quella specie di ferro da stiro di plastica che usano i cake designer VERI), ma è una fatica ripagata dalla sua faccia quando l’ha vista!

Pensare che mi sono così commossa che non sono riuscita nemmeno a fotografare la sua espessione!!!

Per realizzarla mi sono lasciata istigare da Flavia di Cuocicucidici. Una specie di terremoto di donna che, essendo una amministratrice di un gruppo di Cake designers (credo si dica così ma fanno cose fighissime!!!) mi ha pungolato, rassicurato, guidato e …. Fatto capitolare!

La parte più difficile è stato ritagliare le varie parti dello scudetto, eseguite con la punta di un coltellino e *rappezzate* alla buona. Con tutto ciò mi sono pure divertita, mentre marito e figlio erano intenti godersi il loro sport preferito (ronfate sul divano) in un sabato sera di fine inverno.

Di nuovo BUON COMPLEANNO FRATELLONE!!!!!!



Ingredienti per la torta:
400 gr. di cioccolato fondente
200 gr. di burro a temperatura ambiente
200 gr. di zucchero
8 tuorli
8 albumi
4 cucchiai farina
2 cucchiai di brandy
Spalmabile al cioccolato fondente 200 gr. per la farcitura

Fare fondere cioccolato e burro e versare in una ciotola. Aggiungere zucchero, brandy e farina e girare bene con le fruste elettriche. Aggiungere i tuorli uno per volta sempre mescolando con la frusta elettrica.

Montare gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale e aggiungerli con delicatezza al composto di cioccolato.
Versare in 2 tortiere da 24cm. ed infornare a 175°C modalità statica per 15/20 minuti (prova stecchino)

Unire le due basi con crema spalmabile al cioccolato fondente.

Ingredienti per la crema al burro
(da ricetta di Laura Di Stefano):
250 gr. di zucchero a velo
125 gr. di burro a temperatura ambiente
2 cucchiaini di essenza di vaniglia (io home made)
Un poco di latte

Amalgamare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo con l’ausilio delle fruste elettriche. Aggiungere l’essenza di vaniglia e poco latte (regolarsi a seconda della consistenza desiderata).

Per la pasta di zucchero ricetta di Flavia:
 (io dose doppia colorata in azzurro/rosso/giallo)


-PASTA DI ZUCCHERO PERFETTA
 (ricetta collaudatissima)

note di Milà Puglisi

500 gr zucchero a velo (quello industriale non quello fatto in casa)
30 gr acqua
5 gr di colla di pesce (2 ½ fogli)
2 cucchiai colmi di glucosio (molto colmi)
1 noce di burro a temperatura ambiente

Tagliate i fogli di gelatina a quadrettini e ammollatela nei 30 gr di acqua per 10 minuti in un pentolino , aggiungete il glucosio e il burro e sciogliete a  bagnomaria .
Intanto mettete lo zucchero dentro al robot (Mimma usa il Bimby )e quando i liquidi sono ben sciolti con le lame in movimento cominciate a versarli sullo zucchero a velo e aumentate la velocità. Dopo pochi attimi il tutto sarà diventato una palla , rovesciatelo sul piano di lavoro e lavoratelo bene per amalgamarlo. Se tende ad essere appiccicoso aiutatevi con qualche lieve spolverata di zucchero a velo.
Potete utilizzarla subito , oppure conservarla avvolta molto bene in tanta pellicola trasparente.

*Si conserva perfetta per più di 3 mesi.

Doveste avere degli avanzi secchi, passateli nel microonde massimo 5 secondi alla volta e rigiratela!!

Coloratela preferibilmente con colori in polvere o in gel.... evitate i coloranti liquidi .


Ricoprire la torta con la crema al burro pareggiando i difetti più evidenti aiutandosi con una spatola o con un coltello molto lungo.

Mettere a riposare la torta in frigorifero per almeno 1 ora per far solidificare la crema.

Stendere la pasta di zucchero azzurra su un piano abbondantemente spolverato di zucchero a velo, avvolgerla poi sul mattarello (anch’esso spolverato di zucchero a velo) e adagiarla sulla torta. Pressarla con una spatola piatta (io con il fondo del bicchiere ;-) ) sino a farla aderire bene, ritagliando le parti in eccesso. Se si formassero crepe, ripassarle con un pennellino bagnato e tamponarle con lo zucchero a velo.

Stendere anche la pasta gialla e rossa con lo stesso principio di quella di base. Ritagliare con la dima le parti e incollarle sulla parte sottostante inumidendola con acqua.

Rifinire la base con palline ricavate dalla pasta avanzata incollandole con un pennellino intriso d’acqua e pressandole.

Per lucidare la torta, pennellarla leggermente con acqua.

14 commenti:

  1. Oh mamma che bel post:-)
    Auguri a tuo fratello, ed un bacione a te.
    La torta e' bellissima :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Stefi!! Se la meritava proprio la torta di Superman!!!! E' la prima, piena di magagne ma... da lontano si vedono meno ;-)
    Nora

    RispondiElimina
  3. Ragazza mia..già dalla storia del pianoforte sono certa che tuo fratello si sia reso conto di che sorella meravigliosa ha avuto dal destino.
    Sei stata bravissima ..te lo ripeto...è la t
    ua prima torta in pdz ...con la tua pdz.... sei stata davvero mitica.... e ora mi raccomando tra qualce giorno inserire ricetta nel gruppo Sweet & Sweeties :D , che è prima di tutto un gruppo dolce dolcissimo dove si parla di tutti i dolci :DFlavia bacioni,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavia: paragonato alle vostre torte ... SCOMPARE! (un po' come paragonare il CEPU alla VERA università)
      Quanto al fratello... sono fortunata anch'io !
      La ricetta la metterò presto ma, solo della base, visto che le altre (come ho scritto) le ho *scopiazzate* da voi MAESTRE!
      Besitos
      Nora

      Elimina
  4. Che bel post, dolcissimo. Ho un fratellino alto più o meno come il tuo e purtroppo/per fortuna con una storia simile alle spalle. La torta è spettacolare, buon inizio di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooo Babi: fondiamo un club! Le sorelle dei fratelli teribbbbbili!!!
      La torta è stata faticosa ma divertentissima!
      Nora

      Elimina
  5. Fulvio ( il fratello )5 marzo 2012 20:38

    Grazie di tutto Nora ,sei una grande sorella .
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fiuuuu!!! Temevo di essere solo una *grossa* sorella ò_ò
      Grazie a te *fratellino* TVB!

      Elimina
  6. Nora, con una sorella così tuo fratello è davvero un uomo fortunato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. naaaaa!!! E' fortunato a prescindere dalla sorella che si ritrova... per sua fortuna (appunto!) ;-)

      Nora

      Elimina
  7. Absolutely fabulous! Could have gorged on the whole thing myself. The chocolate just makes it extra yummy. You, the usual Enchantress *o*
    Willy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bibidi bobidi buh!!! ... said the Fairy Godmother... See U soon Willy!
      Nora

      Elimina
  8. Noraaaaaaaaa mi fai piangere, sopratutto perche' ricordo molto bene il periodo che hai passato.....ops che ha passato lui e tu di conseguenza....direi proprio un Super Super Man....Dony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che piangere... ridiamoci su! E, con una fetta di questa torta, si dimenticano tutte le cose tristi!
      (Avessi visto la sua faccia!)
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.