Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

venerdì 27 gennaio 2023

CROSTATA CIOCCOLATO E NOCI PER "RICARICARE" LO STUDENTE DI CASA.



Da sempre la mia passione per i dolci è risaputa. Mi piace farli e (soprattutto!) mangiarli. 

Il mio cavallo di battaglia è la crostata che era una delle pochissime ricette che venivano bene a mia mamma. 

Di crostate ne ho fatte a centinaia con gli ingredienti più disparati partendo dalle confetture fatte da me, alla frutta, alla frutta secca, con la crema frangipane...

Il segreto di una buona crostata è innanzitutto la qualità degli ingredienti. 

E' indubbio che una confettura fatta in casa ed un burro di malga facciano la differenza ma anche la lavorazione "veloce" che impedisce al burro di scaldarsi troppo trasformando il dolce appena sfornato in un guscio durissimo e non friabile (caratteristica principale della pasta frolla) ha il suo perché.

Pertanto, da alcuni anni mi sono abituata a preparare l'involucro con il tritatutto, usando la funzione "pulse" perché, visto che la tecnologia aiuta, è più veloce ed il burro non si surriscalda; ciò non toglie che se non avete un apparecchio adatto, potete impastare a mano avendo cura di utilizzare il burro a temperatura ambiente e facendo poi riposare l'impasto in frigorifero (prima di stenderlo nella teglia) per almeno 40 minuti.

Questa domenica, dovendo mettere d'accordo il poco tempo a disposizione per preparare un dolce elaborato, ed i gusti del fratello che non ama le confetture e la frutta, ho pensato di declinare la mia crostata utilizzando una ganache montata al cioccolato e delle bellissime noci che mi facevano l'occhiolino dalla fruttiera.

Il risultato è stato apprezzato da tutti ed in special modo da Arc che ha letteralmente "spazzolato" mezza torta da solo al grido di "ho bisogno di energia per preparare l'esame di diritto privato".

Da rifare. Senza se e senza ma. Adesso aspetto il risultato dell'esame...


CROSTATA CIOCCOLATO E NOCI



Ingredienti:

300 g farina 00

100 g zucchero 

150 g burro

2 tuorli

1 cucchiaio di acqua fredda

1 cucchiaio di zucchero vanigliato

1 cucchiaio di scorza di arancia grattugiata

1 pizzico di sale

 (per il ripieno)

200 g di panna fresca da montare

150 g di cioccolato fondente (al 70%)

2 cucchiai di rum

20/30 g di granella di noci


Procedimento:

Procedete ad impastare la frolla utilizzando il cutter/tritatutto.

Inserite la farina e lo zucchero e, usando la funzione "pulse" mescolate un paio di volte. Aggiungete il burro a tocchetti (freddo di frigorifero - ci penseranno le lame a mescolarlo) e date ancora 3/4 mescolate. Aggiungete il pizzico di sale, la scorza di arancia e lo zucchero vanigliato e procedete ancora a mescolare per 3/4 volte.

Aggiungete le uova ed il cucchiaio di acqua fredda e continuate ad azionare la funzione "pulse" sino a quando il composto non si comincerà a compattare.

A questo punto trasferite il composto sul piano di lavoro e molto velocemente compattate e stendete la frolla nella tortiera. Bucherellate la superficie della torta e mettetela a riposare per 30/40 minuti in frigorifero (se avete premura, potete farla riposare 10 minuti in freezer).

Accendete il forno a 200°C e, finito il riposo, infornate la tortiera coprendo la base con un foglio di carta da forno e dei pesi (in commercio troverete delle sfere di ceramica ma, se volete risparmiare ed avere una cottura più uniforme, potrete usare delle monetine da 1 centesimo opportunamente lavate ed asciugate).

Fate cuocere in forno statico per 15/20 minuti.

Sfornate, togliete i pesi e fate raffreddare prima ti togliere la base dallo stampo.



Mentre la base raffredda, fate sciogliere ne microonde il cioccolato con la panna ed il rum. Quando sarà ben fredda, montate con una frusta elettrica il cioccolato sino a che avrà la consistenza di una mousse. 

Stendete la ganache montata nell'involucro di frolla. Completate con la granella di noci e mettete in frigorifero. Toglietela dal frigorifero mezz'ora prima di servirla.



"Furbate":

- per avere sempre a disposizione la scorza di arancia grattugiata, tolgo la buccia delle arance non trattate prima di spremerne il succo e la faccio esiccare in microonde tritandola poi finissima in un macinino.

- il trucco delle monetine come peso funziona ed è stato un suggerimento della mia amica Fabiana che è una chef di prim'ordine.


sabato 21 gennaio 2023

UNA TORTA SALATA AI PORRI E FONTINA PER IL PRANZO CON LA SUOCERA


Una volta alla settimana invito la suocera per un pranzo in compagnia. Da quando è rimasta sola cerchiamo in tutti i modi di coinvolgerla per non farle sentire troppo la solitudine.

Non è affatto una forzatura perché, come ho avuto modo di scrivere altre volte, non è mai stata una suocera da barzellette ma abbiamo avuto fin da subito un'intesa che molte amiche mi invidiano.

sabato 14 gennaio 2023

Rollè di Vitello ai pistacchi e l'arte pratica del bondage casalingo



Nelle ultime festività ho avuto modo di rispolverare una vecchia ricetta per un arrosto arrotolato molto saporito la cui ricetta originava da un vecchissimo libro di ricette di arrosti (credo di averlo acquistato ancora prima di sposarmi, indi per cui è davvero dell'era giurassica!) che, dopo opportune modifiche per adeguarmi ai gusti della mia famiglia, ho preparato per il pranzo dell'Epifania.

venerdì 18 febbraio 2022

Cambio ritmo con la cheesecake al limone in scrigno di pasta fillo.



Cammino per strada. Fa freddo e pioviggina a Milano. Cammino pensosa con le mie buste della spesa in mano, nascosta dietro la mascherina FFP2 che mi scivola da dietro le orecchie e mi da la sensazione di non riuscire a respirare "aria" e che da oltre due anni ci isola da questa malattia tremenda, che ha falciato così tante vite. 

Due anni abbondanti di paura, di pericolo di contrarre un male che ancora oggi non hanno ancora completamente capito come si sviluppa e come si combatte.

Due anni che ci hanno reso distanti, diffidenti, fragili sia nel corpo che nell'anima. Praticamente come vivere intrappolati in un brutto sogno, dove cerchi di svegliarti per ritrovare la vita di sempre, la routine quotidiana fatta di tanti contatti umani ed invece ti trovi invischiato in questo mondo surreale. 

Sei tu. Sei la stessa di sempre. Ma sei in un'altra dimensione, come se vedessi la tua immagine proiettata su uno schermo del Cinema Ducale. Dove guardavi da ragazzina quei film assurdi come "Under the Dome", adesso sembra essere proiettata l'esistenza che hai vissuto in questi due ultimi anni.

sabato 5 febbraio 2022

POLLO AL CURRY MY WAY





Come sapete la mia cucina è fatta di ricette della tradizione ma, a volte, mi piace sbizzarrirmi in qualcosa di etnico e, rischiando la bocciatura del Martirio che ha gusti alimentari molto "monotoni" e non ama sperimentare, mi lancio in ricette un po' diverse.
La versione del pollo al curry che trovate qui in calce, è la mia personale, ed è stata decisamente un azzardo. 
L'ho proposta ai due XY qualche tempo fa omettendo di avere utilizzato come ingrediente il latte di cocco che, soprattutto il Martirio, avrebbe cassato e lo avrebbe portato a rifiutarsi di assaggiare quanto avevo amorevolmente preparato. E' stata la carta vincente visto che, già dai primi bocconi, ha sentenziato "Buono!" e, coadiuvato da Arc (che invece è aperto a questo genere di proposte), ha letteralmente pulito il piatto, tanto che ho potuto dire di essere riuscita a sottrarre solo un paio di bocconi di pollo ed una cucchiaiata di riso.

lunedì 13 dicembre 2021

Aria di Natale e le stelle zenzero e cacao.



Eccoci al periodo per me più critico dell'anno. Per me inizia già dal mese di Novembre e mi assale un'oppressione perché tutte le cose tristi della mia vita sono accadute in questo periodo e, avendo una memoria da elefante per le date e le ricorrenze (anche quelle più tristi), con l'inizio di Novembre comincia ad assalirmi la tristezza e la malinconia.

Vorrei chiudermi in una stanza e svegliarmi con l'anno nuovo ma, poi, lentamente contagiata dall'entusiasmo di mia suocera che ritorna bambina ed è felice come una Pasqua, comincio a togliermi la maschera del Grinch e a reagire.

giovedì 18 novembre 2021

TORTA DI MELE E NOCI E LA LIBERTA' CHE NON HA PREZZO

 


Undici mesi. Undici mesi dalle dimissioni e da quella sensazione di libertà. Libertà che non è senz'altro ozio ma una miriade di impegni che si erano accumulati da anni; dal tempo ritrovato per accudire i "nonni", per superare un altro lutto e per riprendere in mano le redini della mia famiglia alla quale dedicavo il tempo e le energie che riuscivo a salvare dagli impegni lavorativi.

"Perché ti dimetti?! Vedrai che ti annoierai!!!" 

Mai affermazione fu più sbagliata. Non conosco noia, ho un'agenda di impegni e di commissioni da parte di tutta la famiglia. Potrei aprire un'agenzia di consulenza e gestione pratiche e contatti con la tremenda burocrazia Italiana.

Io mi immaginavo di avere tutto il tempo per riprendere a cucinare per il Blog e riprendere a scrivere ed invece sono sempre di corsa e, pur accumulando ricette da condividere, non trovo il tempo per scrivere e pubblicare.

martedì 2 febbraio 2021

Gli acquisti del Martirio e gli spiedini "famolo strano" per una giornata uggiosa.


Altre volte ho avuto modo di raccontare le preferenze "monotone" del Martirio che, quanto a fantasia nel variare la sua dieta, è messo malino. 

Le sue preferenze circa i secondi piatti, non vanno oltre le polpette della mamma, le cotolette, le costate alla griglia e... gli spiedini del mio macellaio.

Quando compra gli spiedini, il Martirio esagera tanto che Arc, dopo la prima somministrazione, si rifiuta di ripetere l'esperienza limitandosi a "piluccare" le verdure abbrustolite e qualche pezzo di salsiccia. Di conseguenza cerco di distribuire i pezzi non ancora cotti, in buste da una porzione che archivio in frigorifero, diffidando il consorte da insistere con gli acquisti compulsivi.

venerdì 22 gennaio 2021

Il tempo ritrovato ed i miei spaghetti al sugo di carne e pioppini



Il bello di poter decidere (FINALMENTE!) del mio tempo, è anche potersi organizzare per fare le compere al mercato del Mercoledì, senza sacrificare la pausa pranzo e tirarsi il collo per rientrare in tempo. 

E' così che posso procedere con un passo che non sia da bersagliere e mi posso concedere pure di dilungarmi a conversare con la titolare del banco del Pane (dove compro sempre un pezzo di pane cotto a legna che fa resuscitare!) che si è accorta che ho "cambiato orario" e che non sono più trafelata quando arrivo da lei.

Poi potrei anche attardarmi sui banchi di abbigliamento, se non fosse che siamo in zona Rossa e non possono vendere 😕.