Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

giovedì 25 settembre 2014

La merenda di Arc e The Recipe-tionist!




Nella vita c’è sempre da imparare. 
Da Lei ho imparato a fare lo strudel (dolce o salato) e lo strucolo in straza.
Ma, grazie ad un contest originalissimo che ogni tanto vede la mia vergognosissima partecipazione, ho imparato che la farinata, quella che faccio spesso per gli aperitivi in montagna o per dare una merenda *diversa* ad Arc, si può fare anche con la farina di grano.
Debbo dire che inizialmente ero scettica e pensavo mi sarebbe venuto un cracker durissimo, ma ho voluto provarla lo stesso anche perché la foto messa sul suo blog, era molto invitante.
Quindi mi sono attrezzata incastrando il tutto in una serata dove ero tornata a casa presto dal lavoro.
Del resto in casa avevo tutto. Ops…mi mancava la teglia grande rotonda ma, grazie ad un passaggio *al volo* al supermercato vicino a casa, ho recuperato tutto in tempo di record (non ditelo al Martirio!...crede fosse di mia nonna).
Arc, che mi ha visto mettere *a mollo* la farina mi ha subito chiesto (goloso lui!) se per caso avevo in cantiere le crépes ed è rimasto un po’ deluso quanto gli ho confermato che: niente dolci, era un salato.

Ho promesso che gli avrei dato un pezzo dell’esperimento l’indomani per merenda se mi fosse riuscito tutto bene.

Quindi, messa la farina in acqua, ho fatto nell'ordine:

  1. cena
  2. caricato lavastoviglie
  3. uscita per riunione di catechismo
Quindi al mio rientro le 5 ore di riposo consigliate erano passate ed ho infornato.

Il risultato ha soddisfatto ampiamente me (ho dovuto trattenermi dal consumare metà teglia) ed Arc che l'indomani ha avuto la sua merenda.
Tanto soddisfatto che mi ha chiesto di riaverla per i giorni successivi.

Quindi è con immenso piacere che partecipo al Contest The Recipe-tionist con la ricetta della nostra ospite, Mary del blog LASAGNAPAZZA riservandomi, le prossime settimane, di fare e ri-fare la ricetta con tutti i tipi di farina che ho in casa.



LA FARINATA DI GRANO.



Ingredienti (per una teglia di circa 35/40 cm)

200 g di farina 00
6 dl di acqua
1 tazzina di olio EVO
1 cucchiaino di sale
  1. Versare la farina setacciata in una ciotola.
  2. Aggiungere lentamente l'acqua continuando a mescolare con una frusta fino a formare una pastella liquida.
  3. Far riposare la pastella (coperta) per almeno 5 ore mescolando ogni tanto la farina.
  4. Accendere il forno a 180°C, infornare nella parte alta del forno (a questo punto Mary suggerisce di accendere il grill- io me ne sono dimenticata ed è veuta benissimo lo stesso!).
  5. Far cuocere sino a quando si sarà scurita sulla superficie e sui bordi e si sarà rappreso il fondo.
  6. Nel mio forno ci ho messo circa una ventina di minuti.
  7. Non esagerare con la cottura altrimenti diventa gommosa.
Servite con salumi o formaggi o....finite la teglia in purezza!


6 commenti:

  1. Primo!! sono contentissima che a te e Arc questa merenda sia piaciuta, ma di più sono contentissima della riuscita perchè non pensavo si potesse fare una farinata con la farina di grano!!!! Grazie per aver trovato queta ricetta tra le tante, stupende, favolosse ricette di MAri, una buonissima giornata, Flavia

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione: non si finisce mai d'imparare! E questa l'aggiungo alla mia lunghissima to do list

    RispondiElimina
  3. Ma che bella scoperta! E poi sono curiosissima di vedere le versioni anche delle altre farine!
    C'è sempre da imparare, ed è una gioia farlo.

    :*

    RispondiElimina
  4. Ma quanto mi fa piacere che tu abbia scelto questa ricetta! Adoro la farinata, sia di ceci che di grano, ma a quella di grano in particolare sono legati tanti bei ricordi.
    Noto con piacere la riuscita praticamente perfetta, sono davvero felice che vi sia piaciuta e se Arc ha chiesto il bis è un segnale inequivocabile della sua riuscita :) A maggior ragione considerando il fatto che non è assolutamente facile da fare, soprattutto in casa, se non si è dotati di un forno a legna, in quanto deve essere cotta a temperature molto alte (ma tu come mai l'hai fatta cuocere a 180°?) perchè più si accorciano i tempi di cottura è più rimane morbida all'interno e croccante all'esterno. La prossima volta prova a cuocerla alla massima temperatura e con il grill, vedrai, sarà ancora più buona.
    Grazie mille Nora, mi ha fatto molto piacere la tua partecipazione, un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Mi aveva spaventato la possibilità che diventasse gommosa ma, curandola a vista e mettendo il forno sulla modalità ventilata non si sarà colorita come la tua ma è venuta benissimo!
    Voglio riprovar i con la farina di grano saraceno....ed usando il grill!
    A presto!!!!
    Nora

    RispondiElimina
  6. Ma a che ora l'hai infornata , donna dalle infinite risorse? io in questo periodo andrei a nanna con le galline!
    Comunque voglio provarla anch'io, magari come alternativa alle piade: con salumi e formaggi per me... la Pulce la mangerà in purezza, perchè lui di affettati e formaggi non vuole sentir parlare.
    Claudette

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.