Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 5 febbraio 2012

Rotolo al ragù di costine e ... l'inverno






Milano si sveglia anche questa mattina attanagliata dalla morsa del gelo. La neve danza davanti alle mie finestre in fiocchi timidi che il gelo trattiene sulle nuvole. Se la temperatura si deciderà a risalire, saremo nuovamente sotto la coltre bianca di settimana scorsa. 



La neve che durante la settimana ha avvolto come una coperta tutta la mia città, smussandone le asperità dei tetti, smorzandone i rumori e le grida con l’ovattato candore, si è indurita trasformandosi in uno strato durissimo, nemico. Sopra questo strato si vanno a posare fiocchi nuovi e leggeri. Il pericolo è che si scivoli, anche perchè le strade a Milano non sono poi in così bella condizione. 



Gli alberi che fino a ieri erano cosparsi di panna montata, piegano i rami verso il suolo, appesantiti dal ghiaccio. Ora al ghiaccio si aggiunge altro peso... e quello che lieve sembra posarsi... diventa un macigno che stronca rami e cespugli.


Guardo dalla finestra i passerotti che zampettano sulle briciole lasciate sul balcone mentre Ariel, la gatta carogna, li punta da dietro il vetro digrignando i denti e muovendo le orecchie nervosamente.

Oggi sarà festa grande (mio suocero compie 81 anni!) e, per una volta, non ho avuto dubbi sul menù….almeno sul *pezzo forte*. Proprio Venerdì ho comprato l’ultimo numero di Sale & Pepe (Febbraio 2012) e vi sono tantissime ricette alla mia portata e alla portata della mie *boccucce!*

Una in particolare è perfetta per una giornata gelida come questa: ROTOLO AL RAGU’ DI COSTINE ( il giornale accompagnerebbe con crema di verza ma a casa mia non verrebbe apprezzata quindi la presenterò senza lo *specchio*...)

ROTOLO AL RAGU' DI COSTINE
(da Sale&Pepe mese di Febbraio 2012)





Per 6 persone:
800 g. di costine di maiale
40 g. di guanciale
1 carota
1 cipolla                                                                            
1 costola di sedano
600 g. di polpa di pomodoro
250 g. di farina di mais
30 g. di pecorino stagionato (io Parmigiano Reggiano)
Olio EVO
Sale
Pepe macinato al momento.
                                                                                                   
Tritare nel mixer la carota, il sedano, la cipolla, soffriggeteli 5 minuti con il guanciale tagliato a dadini, unite le costine e lascatele insaporire 10 minuti; salate, pepate, versate la polpa di pomodoro, un mestolo di acqua e cuocete a fuoco dolce (e a pentola semi coperta) per circa 1 ora.
Intanto portate ad ebollizione 1,2 litri di acqua salata, versate la farina a pioggia mescolando con la frusta e cuocete per 45 minuti, mescolando.
Versate la polenta su un foglio di carta da forno, stendetela all’altezza di 1 cm. Conditela con 2/3 del sugo preparato, insaporite con 15 gr. di Parmigiano grattugiato, arrotolatela e avvolgetela nell’alluminio per tenerla in forma.
Servite il rotolo tagliato a fette, con le costine ben calde!

8 commenti:

  1. allora è piaciuto al 'giovane suocerino'il tutto?:-) immagino di si...slurp! buon inizio settimana a tutti voi della banda...ciao,Angy

    RispondiElimina
  2. altrochè Angy. Non parlava neppure da tanto era impegnato a far andare le ganasce.... Appena mollerà un po' il freddo verremo in montagna e.... ne riparliamo a cena da noi!
    Notte, Nora

    RispondiElimina
  3. quando fuori nevica e dentro ci sono le costine, cosa si può desiderare di più? io non potrei rinunciare alle verze......che voeja de casoela :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cris! Vieni a Milano e te la faccio trovare fumante, la casoela! e pure cotta nella pignatta della nonna!!!!
      Buona giornata
      Nora

      Elimina
  4. Risposte
    1. Noooooo!!! Marina, se mangi un piatto di queste costine...RISORGI!
      Nora

      Elimina
  5. Ok, perfetto. Oggi a pranzo voglio questo solo che... chi me lo prepara? :o( Complimenti ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il pranzo temo sia troppo tardi ma..... per cena sei in tempo! La cottura lunga dura un'ora circa quindi, se sai pazientare, ce la puoi fare! ;-)
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.