Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

mercoledì 25 aprile 2012

Fichi, cannella, mandorle e.... chi me lo fa fare!



Menomale che non amo le sfide! Mettermi in competizione non mi è mai piaciuto,  indipendentemente dall'affrontare sfide in cui potrei essere facilmente vincente, oppure quelle dove non ho assolutamente possibilità di emergere.
Il fatto è che mi hanno insegnato che è più bello partecipar che vincere e... ci ho sempre creduto.
Mi confronto quindi ogni mese nella sfida dell'MT Challenge delle tre moschettiere di MenuTuristico con ricette nuove e nuove preparazioni che a volte ho già eseguito mentre altre non saprei dove cominciare.
Ad aiutarmi ci sono le istruzioni dettagliatissime pubblicate dalle sfidanti di turno che mi aiutano ... a volte... altre mi mandano in crisi nera, come quando cercai di far alzare dei bignè che ostinatamente sono rimasti piatti sulla teglia.
Non valsero preghiere, minacce, niente! Piatti, spetasciati che nemmeno le tegole di Aosta potevano essere più piatte! Ma non mi arresi subito nooooo. Solo al terzo tentativo, quando oramai il forno implorava pietà, ho gettato la spugna presentando comunque il mio operato.
Questa volta mi sono sentita certa di poter affrontare senza problemi la sfida ma, mi sono quindi cimentata in ben due esecuzioni della bellissima crostata con crema frangipane.


Istigata da un gruppo di fan della sfida del secolo, mi sono montata la testa e ho prodotto addirittura la farina dal riso... venere...nero.
Fin qui nulla di male, non ero la prima a farlo, dovevo solo farmi venire un'idea geniale. Tralascio i particolari ma il risultato è finito nella spazzatura mentre il Martirio, tentando di rianimare i poveri resti prima della sepoltura definitiva, provava a dire *prova a farla riposare sino a domani* (già, se passa la notte...) ma nulla di fatto. La fine era segnata ... requiescat in pace.




Quindi mi sono detta: torniamo con i piedi (ed i fornelli) per terra, specialmente dopo avere visto che meraviglie hanno preparato gli altri partecipanti! 
Vedersi in gioco con tanti talenti è così stimolante che , malgrado le bisticciate con il Martirio perchè faccio troppi dolci, mi sono di nuovo convinta a presentare il mio operato.


Mi sono decisa a proporre un abbinamento che, pur banale, mi è sempre piaciuto: fichi secchi e mandorle se poi ci aggiungi un pizzico di cannella: è la morte sua!





Ed ecco quindi la mia


CROSTATA DI FICHI SECCHI, CANNELLA E MANDORLE IN CREMA FRANGIPANE.


Ingredienti per la base 
(dal libro TORTE E CROSTATE - Mondadori):
250gr farina OO
65 gr. di zucchero semolato
150 gr di burro freddo a cubetti
1 uovo grosso
2 cucchiai di panna fresca
un pizzico di sale.


Mettere la farina, lo zucchero ed il sale in un robot da cucina con le lame, fino ad ottenere un granuloso.
Aggiungere l'uovo e la panna e frullare il tutto finchè si formerà un impasto.
Rovesciare l'impasto su un foglio di pellicola trasparente. Dargli la forma di un disco del diametro di 18 cm. avvolgerlo nella pellicola e tenere in frigorifero per almeno 30 minuti (max 48 ore).


Ingredienti per la farcitura:
250 gr. di fichi secchi
150 gr. di acqua
2 cm di stecca di cannella
una manciata di mandorle


Versare in un pentolino 250gr di acqua bollente unite i fichi secchi la cannella e riportare a bollore. Continuare la cottura fino a che il liquido si sarà ridotta ad 1 terzo.
Togliere dal fuoco il pentolino, eliminare la cannella e passare con il frullatore i fichi ammorbiditi.


Stendere la pasta frolla nella tortiera precedentemente imburrata e foderata  con carta da forno. 
Stendere la composta di fichi passati,guarnire con le mandorle ed infornare per 10 minuti a 180°.


Ingredienti per la crema frangipane 
(come da ricetta di Ambra del Gattoghiotto)

- 100g di farina di mandorle (o mandorle pelate)
- 100g di burro appena ammorbidito
- 100g di zucchero semolato
- 1 uovo
- 30g di fecola di patate/maizena
- 1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio (ci va tutto!) 

Nel frattempo preparare la crema frangipane: Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungervi l'uovo leggermente sbattuto e l'acqua di fiori di arancio sempre lavorando con lo sbattitore, incorporare la farina di mandorle (o le mandorle precedentemente tritate finemente nel mixer con un paio di cucchiai di zucchero) poco per volta e la fecola (o maizena), continuando a montare.

Togliere dal forno la crostata che avrà cominciato a cuocere. Versare la crema frangipane a coprire la composta di fichi. Rimettere in forno e continuare la cottura per 20 minuti circa a forno statico.

Togliere dal forno appena sarà diventata colorita la superficie. Far raffreddare bene prima di servire.


Con questa ricetta partecipo al contest di MTC.



26 commenti:

  1. ecco, su fichi e mandorle cisto, un connubio davvero perfetto, ma perchè tutti ci aggiungete sta cannella? io non la posso mangiareeeeeeeeeeee!
    Fai la brava, fammene una anche senza :-D e mettila nel cestino quando andiamo a raccogliere le erbe :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, te la faccio senza tanto oramai potrei farla anche bendata!! Se consideri quella tumulata, sono 4! *O*
      La metto senz'altro nel cestino... poi mi metto la mantellina rossa e vengo a portartela!
      Baci
      Nora

      Elimina
  2. Io da fuori vi guardo e vi leggo (anche su fb) e mi spatascio dal ridere (soprattutto perché dentro di me dico: manco morta!) e nel leggervi un po' deliranti e divertite mi godo le preparazioni :)
    Anche tu sei riuscita a fare una torta diversa dalle altre e amando i fichi secchi potrei volentieri addentarne una fetta a quest'ora! Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che si diventi folli è indubbio (e molte ci nascono.. io, modestamente, lo nacqui!) ... ma che se ne possano trovare più di cento versioni non immaginavo.
      Sono sempre più convinta che ne verrebbe fuori una bellissima monografia, magari con proventi da destinare in beneficenza.
      A proposito... sto ancora aspettando di leggere della tua. Ti decidi?
      Nora

      Elimina
  3. ecco ci mancava con tanto di collage di foto; la Stefania mi sviene io pure; che i fichi secchi son la mia passione! fantastica e con questo fan due meraviglie di primo mattino!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, che ci vuoi fare, mi è .... scappata!
      Fichi e mandorle, a dire la verità, mi erano venuti in mente subito e l'avevo scartata perchè convinta che fosse così scontato da trovarne 1000 di uguali. Invece: sorpresa!
      Buona giornata
      Nora

      Elimina
  4. Nora !!!!riesci a farmi scompisciare dalle risate , sei un genio !!!!!!!!!!! Fichi e mandorle non é banale ,é un classico !!! e molto buono pure . Saluti al Martirio :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè genio, sono golosa! Non ho ancora trovato un dolce che non mi piaccia (a parte il paciugo che ho realizzato con la farina di riso nera) ma ... continuano le ricerche!
      Nora

      Elimina
  5. Il riso nero finì nella rumenta anche qui, ai tempi in cui mi ero convinta di poter riprodurre con leggerezza ricette d'autore. Nello specifico, un risotto con gallette di riso venere polverizzato. Se ci fossimo scambiate due impressioni, forse avrei potuto salvarti :-)
    Fichi e noci è un classico, come dice Giuseppina e l'abbinamento fichi-frangipane è un must, fra le 4 mura di casa mia. Lo trovo ineguagliabile. Alla faccia del famolo strano e dei voli nella spazzatura inclusi :-)
    Grazie, Nora, e buon 25 aprile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia perdere anche se sono convinta che prima o poi ci riesco... mica per niente il Martirio dice che ho la testa di ghisa!!
      La prox volta che voglio *creare* .... ti chiamo!
      Classico o no mi piacciono fichi e mandorle. Sotto Natale con mia mamma ce ne facevamo fuori cestini interi... e, allora, non ingrassavo!!!!
      Famolo... e basta!
      Vado a festeggiare l'anniversario con il Martirio e la Carta di Credito... per oggi basta con le Frangipane!
      Nora

      Elimina
  6. Brava bravissima!!!! I fichisecchi mi piacciono un sacco !!!!e la cannella poi ???? La metterei ovunque...abbinata perfetta che approvo a mille!!! Mega abbraccio p.s. : bella foto complimenti!!!!

    RispondiElimina
  7. E' un po' fuori stagione (ce la vedrei bene nel periodo Natalizio) ma è di un buono! La foto è stata scelta tra 60... circa... ma non mi convince.
    Buona serata
    Nora

    RispondiElimina
  8. Purtroppo ridurre in farina il riso è cosa assai difficile, ne so qualcosa... Però bisognerebbe apprezzare l'impegno... Meno male che però non ami la sfida e non vuoi vincere... :DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio vincere ma mi piace il confronto. Stefi, pensa che la farina di riso venere ha funzionato... quello che stonava era l'aroma che avevo scelto.. improponibile (non so ancora se per quantità o per aroma)...
      Ma ci riprovo... osseciriprovo!
      Notte
      Nora

      Elimina
  9. Ecco..questa è una bella torta frangipane!!! complimenti di cuore..ma devo dirtelo, se tu sei una mamma imbranata..io che sono???? Ma le vedi lemcose che fai?? sono bellissime!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Taci Caris che le tue frangipane versione Lollipop per me ci stracciano tutti!
      E' che cucinare per i figli che apprezzano ci piace... e piace!
      Buona giornata e ... spero di sapervi presto a casa.
      Nora

      Elimina
  10. Mi hai fatto troppo ridere con questo post :o)
    PS La torta mi sembra fantastica però

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai come si dice: ridere per non piangere! La torta è brutta ma buona, come me!
      Nora

      Elimina
  11. Norina bella, probabilmente è stato meglio lasciar morire in pace la preparazione con riso venere, senza la quale non avresti potuto lanciarti in questa meravigliosa idea. Se penso che ho quasi 2 chili di fichi greci secchi che aspettano di che morte morire, credo di avere trovato come ben impiegarli, perché sottoscrivo, mandole fichi e cannella rendono la vita troppo bella! (e vai con la rima!).
    Ti abbraccio portento della natura! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai *tumulazione* fu più rapida... un oremus e via!
      I fichi invece sono stati un'idea che mi è balenata da subito ma temevo fosse molto più inflazionata. Quindi sono diventati il mio *piano B* da ... lato B!
      Abbraccio ricambiato *extraterrestre*!
      Nora

      Elimina
  12. E' solo dagli esperimenti che nascono grandi cose, questo ne è un esempio :-) ciao carissima complimenti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanni, credimi... a volte è solo questione di chiulo!
      Buona serata!
      Nora

      Elimina
  13. Sono contenta allora che hai partecipato al challenge così ti ho conosciuta (e adesso ti seguo) e poi il tuo abbinamento per il frangipane mi piace molto :-).

    Ciao
    Alessandra
    http://alessandrazecchini.blogspot.co.nz/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandra il piacere è reciproco. Ho appena visitiato il tuo blog dall'altra parte del mondo: è stupendo e la tua trovata della frangipane con bietole e aroma di anice: perfetta!
      Ti seguo e mi sa che da te ho solo da imparare!
      Buonanotte (o buongiorno :-) )
      Nora

      Elimina
  14. E doveva andare così! proprio così... ficchi con le mandorle sono la morte sua!
    mi piaceeeeeee!

    besos!

    RispondiElimina
  15. Maiiiiiiii la prossima volta che ti vedo te ne porto un cestoooooo!!!!
    Buona notte Mai!
    Nora

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.