Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 1 aprile 2012

Un'acciuga per Cristina





Da quando ho iniziato questa avventura del Blog, ho cominciato a confrontarmi con tante altre realtà diverse dalla mia, con modi di cucinare completamente differenti e differenti modi di presentare a volte la stessa pietanza.
Alcuni contest sono stati uno stimolo ad eseguire piatti che MAI avrei pensato di fare. Alcune volte sono riusciti, altre i miei sforzi hanno prodotto dei flop notevoli! Ma non mi sono per questo arresa e provo sempre a confrontarmi con nuove avventure.
Di avventura si tratta questa volta, visto che il pesce lo cucino raramente, non avendo io avuto gran esempio in famiglia. Mia madre, come ho avuto modo di dire altre volte, non amava cucinare ed anche la mia mitica nonna Maria, con il pesce aveva un rapporto di amore e odio.
Si racconta in famiglia che, avendo ricevuto delle aragoste vive per il pranzo di Natale, nonno Peppino chiese a nonna Maria di farle lessare e poi comporle con maionese e decorazioni come spesso faceva con il branzino o altri pesci.
La nonna non ci pensò due volte e, messa sul gas una enorme pentolona di acqua, una volta arrivata a bollore, ci tuffò le aragoste....e chiuse il coperchio...
Nonno Peppino, che assisteva all'operazione, fece appena in tempo a spostarla dalla traiettoria della valanga d'acqua bollente (e aragoste...) che inondò la cucina! 
Pare che il risultato fu un cestino con 2 aragoste non propriamente in forma, prendesse la strada del salumiere di fiducia.... per ritornare sotto forma di  piatto decorato, ma che la nonna non volle nemmeno assaggiarne un pezzetto.
Ora, veniamo a noi. La cara Cristina del blog Poverimabelliebuoni ha pensato bene di mirare ad un primato: quello di creare un elenco di ben 365 ricette, una per ogni giorno dell'anno, contenenti le acciughe. Quindi sul suo bellissimo Blog stanno arrivando da ogni dove, ricette e preparazioni che vanno dalle più semplici alle più fantasiose.
Ecco... la mia sta nel mezzo... normale direi (almeno credo).
Avevo promesso a Cristina che l'avrei aiutata ma non riuscivo mai a trovare il *momento giusto*. 
Sfogliando una rivista di cucina, mentre mi illudevo di fare ordine, ho scovato questa ricetta che, testata, mi ha soddisfatto molto.

TORTIERA DI ACCIUGHE
Dalla rivista Buona cucina – Settembre 2000


Ingedienti per 4-6 persone:
800 g. acciughe
50 g. circa di mollica di pane bagnata nel latte
80 g. di grana grattugiato
2 uova
200 g. di bietole (erbette) sbollentate, strizzate e tritate
Maggiorana tritata (io essiccata)
Olio EVO
Prezzemolo tritato
½ spicchio d’aglio tritato
30 g. di pinoli
Sale
Pepe

Pulire le acciughe privandole della testa e della lisca, lasciandole attaccate sul dorso; lavatele e asciugatele, quindi sistematele aperte in una teglia a bordi bassi leggermente oliata, con la parte della pelle rivolta verso il fondo, e leggermente accavallate così da formare quasi una sfoglia che riveste tutta la tortiera, compresi i bordi.
In una terrina mescolate la mollica di pane strizzata, il grana, le uova sbattute, l’aglio, il prezzemolo, la maggiorana, le bietole e l’olio. Amalgamate con cura, fino a ottenere con composto omogeneo, quindi regolate di sale e pepate generosamente.
Distribuite questo composto sulle acciughe ricoprendole interamente, poi cospargete con i pinoli 
tritati.
Mettete la teglia in forno preriscaldato a 180°, e cuocete per 15/20 minuti.

Con questa ricetta partecipo alla SFIDA 2012: 366 RICETTE DI ACCIUGHE IN UN ANNO..... 




5 commenti:

  1. ma grazie!! bel pesce d'aprile!! bel post e bella ricetta e addirittura titolo con dedica...wow che altro chiedere di più?
    hai visto che non era poi così difficile?
    brava
    grazie ancora
    Cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cris! ... mi è venuta l'ispirazione stamani, quando ho visto la data!!! Debbo dire che mi è piaciuta e che la ripeterò (specie per far contento mio suocero!). Ti dirò,nel fare ordine tra le riviste ne ho trovato anche un'altra ... conto di farla tra Pasqua o Pasquetta.. comunque mi sa che prima del termine della raccolta mi ri-leggi. (Halloween.... ci penserò per halloween..hihihi)
      Nora

      Elimina
  2. meravigliose le acciughe!!!! le adoro!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'estimatore della mia famiglia è invece mio suocero.
      Buona giornata.
      Nora

      Elimina
  3. Una ricetta particolarissima, decisamente da provare ^_^
    Tiziana

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.