Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 12 maggio 2013

LA MIA FESTA DELLA MAMMA



Una festa è una festa ma la mia è stata speciale.
Non un caso, forse, che coincidesse con la Prima Comunione di Arc.
Il cuore di ogni mamma si esalta e si emoziona in tante piccole e grandi circostanze e per tutti i piccoli doni che i nostri ragazzi ci danno, anche quando non sembrano ricordarsene.


Un mazzo di fiori, ma fiori di zucchero i miei, quelli che Arc ha voluto per la torta che festeggiava questo passo grande ed importante. Tanto grande e tanto importante per un piccolo scricciolo come lui.
Sono tornate alla mente tutte le speranze, spesso disattese, le disperazioni, gli insuccessi.

Tutta la ricerca fatta con il cuore e con l'anima tutta per questa Vita che il Cielo mi ha donato.
Un regalo quello di oggi, vissuto sull'altare insieme a tutti gli altri e, tra le lacrime, vedevo un miracolo, cercato voluto ma un MIRACOLO. Vederlo ricevere l'Eucarestia e sapere che sul suo capo c'è la mano di un Padre che perdona è stata la festa della mamma che non credevo potessi mai vedere... solo poco più di una decina di anni fa.

Ecco dunque la torta che ho fatto per il mio piccolo Cuore di zucchero. Una torta che ha scelto lui, e che io ho cercato di realizzare al meglio, e che è piaciuta tantissimo.


TORTA PER LA PRIMA COMUNIONE



Per la base di pan di Spagna
(Ricetta di Francesca
dose per tortiera da 37 x 27

300 gr di farina e fecola (50% farina 00 e 50% fecola)
300 gr di zucchero semolato
10 uova medie
2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Montare le uova e lo zucchero e l'estratto di vaniglia (io liquido e fatto in casa) con la frusta elettrica in una bastardella immersa in una bacinella di acqua bollente, per almeno 30 minuti cercando di inglobare più aria possibile. Il volume delle uova deve aumentare di almeno 4/5 volte.
Togliere dall'acqua bollente la bastardella e inglobare la farina/fecola con un tarocco (spatola di plastica) a mano molto lentamente cercando di inserire 1 cucchiaio di farina per volta dal basso verso l'alto avendo cura di non smontare le uova.
Versare il composto SENZA LIVELLARLO (in cottura si pareggerà da solo) nella tortiera imburrata per bene e cuocere a 170/180 °C in forno statico per 25/30 minuti. NON APRIRE lo sportello del forno prima di 15 minuti. 
Terminato la cottura fare la prova stecchino, far raffreddare per 10/15 minuti la torta nel forno leggermente aperto poi sformare la torta e metterla a raffreddare capovolta su un piano.

Per la ganache alla Nutella
(Ricetta di Francesca)
820gr di Nutella
410gr di panna fresca

Portare ad ebollizione la panna ed aggiungere la Nutella mescolando con una frusta. Far raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigorifero. Per farcire usare un sac a poche, il lavoro verrà più preciso.

Per la crema al burro 
(Ricetta di Laura Distefano)
250gr di burro ammorbidito
500gr di zucchero al velo
2\3 cucchiai di panna
1cucchiaino di estratto di vaniglia

Con le fruste elettriche sbattere il burro con lo zucchero a velo, amalgamare la panna e gli aromi. Da utilizzare per stuccare la base.

Pasta di zucchero (per me una dose doppia per ritagliare i fiori)
Ricetta di Flavia

500g zucchero a velo
35g acqua
50g glucosio (mi raccomando pesatelo bene)
5g gelatina in fogli
un cucchiaino di burro o altro grasso

Mettere a gelatina e acqua per 5 min. Aggiungere il glucosio e il burro e sciogliere a fuoco bassissimo, meglio a bagnomaria. NON FARE BOLLIRE MAI. Aggiungere il composto liquido allo zucchero a velo. Mescolare e lasciare riposare. Se aggiungete cmc o gomma adragante vi verrà una pasta di zucchero migliore.

NOTE MIE:
- le dosi sono per una tortiera di capacità molto grandi, per una tortiera normale dimezzatele;
- la ricetta del pan di spagna di Francesca è perfetta ma la tecnica per amalgamare gli ingredienti mi è stata *suggerita* dal mio amico Chef Alessandro, provate ... è a prova di imbranata (me!)
- NON livellate il pan di spagna... fidatevi diventa perfetto e non si sgonfierà in cottura,
- la ganache alla Nutella sembra troppo liquida ma, dopo il riposo, diventa perfetta per il taglio.


Ho montato la torta dividendo in 2 parti il Pan di Spagna,l'ho inumidito (poco perchè era soffice senza bagna) con latte aromatizzato alla vaniglia, poi farcito con la ganache e ricoperto e livellato con la crema al burro.
Ho messo il dolce *a riposo* per una notte intera nel frigorifero. La mattina dopo ho ricoperto con la pasta di zucchero (fatta il giorno prima e fatta riposare anche lei per tutta la notte) e con le margherite ritagliate con uno stampino ad espulsione.
Ho rimesso il dolce in frigorifero ad asciugare. In ultimo ho dipinto il motivo del calice e dell'ostia con un pennello intinto nel colorante oro in polvere diluito in qualche goccia di rum bianco.


13 commenti:

  1. E' stupenda, Nora!
    E tanti auguri...doppi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania! Anche da parte di Arc!
      Nora

      Elimina
  2. Un bambino meraviglioso e una festa speciale... Donna fortunata ! Un abbraccio a te e arc!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Greta.... Un abbraccio anche da noi (quello di Arc un po' appiccicoso di zucchero....)
      Nora

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Stella, sono quasi soddisfatta.
      Nora

      Elimina
  4. splendida, te l'ho già detto e te lo ripeto: splendida!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ele, ho nascosto bene le magagne.... diciamo così.
      Nora

      Elimina
  5. Tanti auguri per un sogno che si è avverato e per una festa così importante per voi. Mi piace la generosità con cui sempre celebri i momenti importanti: di spirito e di corpo :-), piena di forza e di vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di forza non ne ho poi cosi tanta.. la Vita e' il mio Miracolo....
      Notte di nuovo
      Nora

      Elimina
  6. P:S.: decorazione elegantem bianco e oro, poi...

    RispondiElimina
  7. Auguri a tutti e due allora, e che tortona! ma quante persone ha sfamato?

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra, direi che ne ha sfamate anche una ventina.... considerando i bis, le merende etc.... ma era la misura più *giusta*....
      Buona giornata
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.