Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

lunedì 23 settembre 2013

Una bestia in soffitta e la crostata salata di fagiolini in verde




- Mamma! Corri!! C'è una bestia in soffitta! -
Arc è quasi senza fiato per la paura e si rintana dietro il mio grembiule.
Cerco di capire meglio e, dalla descrizione, sommaria (vola ma non cinguetta)
deduco che potrebbe esser un pipistrello.
Ecco. Proprio stasera che il Martirio è fuori per vedere la partita al bar ed i vicini sono sicuramente andati a cena fuori! 
Io che ho paura dei topi (ed i pipistrelli, scusate, sono topi con le ali!) potrei bloccare la botola della soffitta e lasciarlo lì, sino al rientro dell'Uomo di casa.
Però un po' mi dispiace e non amo dimostrarmi pavida con il mio piccoletto.
Quindi, con un foulard in testa (so che non è certo che si attacchino ai capelli ma... non si sa mai), munita di una scopa, mi avventuro in soffitta seguita a debita distanza da Arc.
- Mamma Attenta! - scatta il piccolo che vede un ombra furtiva far un tratto di volo dalla trave all'angolo dietro un armadio.
Eccolo lì, impastato in un angolo buio troppo in alto per arrivare anche con la scopa e per vedere se mi nota... Non so che fare, la luce della lampada al neon fa sembrare irreale la scena.
La soffitta, con il divano ricolorato e coperto da un vecchio lenzuolo, il tavolo coperto da un telo e pieno di colori, pennelli che io e il Martirio usiamo per dipingere... i quadri appesi alle pareti e i mobili ricoperti da un velo di polvere, danno un aspetto spettrale alla scena. So che il nostro fantasma Verginia, è lì che ci studia, e per me ridacchia a vedere la scena.
Una mano mi tira per la sottana... URLO!!! Ma è Arc che si è avvicinato per sentirsi più protetto e urla anche lui per simpatia.
- OK calma, non vedi come è piccolo? Ha più paura di noi sicuramente!-
Come autoconvincimento non sono poi così brava!
Riprende a volteggiare attorno alla lampada, in tondo, per tornare di nuovo in un angolo ma ancora troppo in alto per raggiungerlo.
Ad un tratto guardo fuori, verso la valle, buio pesto tranne la luce del piccolo lampione che rischiara la stradina dietro la casa....e due altri pipistrelli che girano illuminati a tratti dalla luce del lampione.
Ok, forse ci sono! Spalanchiamo la porta finestra che da verso il balcone, spengo la luce e mi stringo in un angolo lontano con Arc.
Restiamo al buio, in silenzio, per almeno un quarto d'ora. Quando, in controluce, notiamo che Nello (il Pipistrello) si è mosso di nuovo e in cerchi sempre più stretti punta la finestra... 

Ancora due, tre, quattro giri ed è fuori, nella notte fredda di settembre, e ricomincia il girotondo con i suoi amici che aspettavano fuori.
- Perchè non l'hai chiuso dentro? - chiede Arc un po' più tranquillo- 
- Sarebbe morto quasi sicuramente, cercando rifugio in un buco o tra le travi e sarebbe stato un peccato. Son simili ai topi con le ali ma, cibandosi di insetti, fan un lavoro utile come dei brutti folletti alati. (Quasi quasi ci credo anch'io)
Richiudo la porta finestra in tempo per vedere Nello che si avvicina un paio di volte e si ributta nel folto degli alberi a far bottino di insetti.
Scendiamo e, nel girarmi, mi sembra di sentire l'eco di una risatina... Verginia... la prossima volta lasceremo fare a te!

Che si fa ora che l'adrenalina ci ha risvegliati?

Beh in cucina, sul tavolo, ci sono ancora i fagiolini e le patate che stavo preparando per domani, accanto un mazzo di basilico fresco manda il suo profumo ... se facessimo una torta salata invece della solita pasta al pesto?
Arc mi guarda e sembra diffidente...una torta...salata... invece della pasta?

Siiiii!!! Ecco che preparo pronta da infornare una spettacolare.

CROSTATA SALATA DI PATATE, FAGIOLINI E STRACCHINO IN VERDE



Ingredienti:
Per la pasta brisée

400g di farina 00
250 di burro freddo a cubetti
6 cucchiai d'acqua ghiacciata
1 cucchiaio di vino bianco (si può omettere)
1 pizzico di sale

Per la farcia:
250 g stracchino fresco e morbido
400 g di fagiolini 
300 g di patate
1 mazzo di basilico fresco 40/50 foglie (dipende dalla grossezza)
50/60 g di pinoli - 1 cucchiaio
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai di olio EVO
2 pizzichi di sale

Tagliare il burro a cubetti e metterlo qualche minuto in freezer (io 5 minuti)

Versare nel robot da cucina con lame di metallo farina e sale e frullare ad intermittenza per 2 o 3 volte.
Aggiungere i quadratini di burro (pochi alla volta) e frullare ad intermittenza sino ad ottenere delle briciole.
Versare l'acqua ghiacciata ed il cucchiaio di vino bianco e continuare a frullare ad intermittenza per 4/5 volte sino a che diventerà ulteriormente granuloso e pizzicandolo con le dita si potrà compattare.
Formare una palla e, avvolgendola nella pellicola trasparente, farla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo, mondate e tagliate i fagiolini a tronchetti di circa 2-3 cm.
Tagliate le patate a cubetti di circa 1-2 cm. per lato.
Fate scottare i fagiolini in acqua salata per circa 5 minuti. Fate altrettanto con i dadini di patata.
Tagliate a tocchetti lo stracchino.
Lavate ed asciugate le foglie di basilico e frullatele con il sale, l'olio, lo spicchio d'aglio ed i pinoli, facendone un pesto denso.

Recuperate la pasta dal frigorifero e stendetela in un disco fine fine.
Adagiatela in una teglia imburrata ed infarinata e bucate il fondo con i rebbi di una forchetta.
Distribuite omogeneamente i pezzetti di stracchino sul fondo della pasta.

Condite fagiolini e patate con il pesto ottenuto (tutto!), aggiustate di sale, e distribuirli negli spazi lasciati vuoti tra il tocchetti di stracchino.

Ripiegate la pasta eccedente in modo da rafforzare i bordi. 

Distribuite i pinoli, infornate a forno caldo e fate cuocere a 180°C per circa 1 ora.

Sfornate e servite tiepida o anche a temperatura ambiente.






14 commenti:

  1. Io non avrei avuto il tuo coraggio, sono terrorizzata da tutto ciò che sia più piccolo di un cane o di un gatto :D

    Questa torta salata deve essere profumatissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il coraggio ce lo si fa venire: pensa che una volta strillavo anche alla vista di un ragno!!!
      Ora, frequentando gli *amici* della casetta gialla.... ci ho fatto l'abitudine.
      Questa torta è profumatissima davvero ed una comune amica lo può confermare ( ;-) )
      Saluti,
      Nora

      Elimina
  2. mi hai lasciata col fiato sospeso e vi ho immaginato tutti e tre li insieme a nello
    la torta salata è favolosa ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Nello è libero e felice nella boscaglia... io e Arc liberi e felici in casa nostra ... il martirio libero e felice con il suo Milan!
      Liberi tutti ed evviva la torta di fine estate!
      Nora

      Elimina
  3. Hai fatto bene, brava e coraggiosa. E ottima torta. Poi Nello... e dillo che un altro po' e lo adottavi come animaletto di casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo adottassi come animaletto di casa (sia mai!) mi sa che l'unica contenta sarebbe Ariel la micia di casa.... sai che corse per acchiapparlo!
      A presto
      Nora

      Elimina
  4. ...non è che nello è finito nella crostata salata eh?

    (la cuginetta)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuginetta.... no... tranqui!
      Se ne è volato via... e io ed Arc ci siamo consolati.
      Nora

      Elimina
  5. Noi abbiamo sul muro di casa la nostra brava bat box, per ora senza inquilini: dirotta qui Nello il pipistrello....
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta che salgo nella casetta gialla passerò la voce.... sia mai che vengano a trovare anche voi!
      A presto
      Nora

      Elimina
  6. Non avrei mai potuto nemmeno salire a vedere... e me ne sarei fregata altamemte di sembrare pavida... Però con la torta salata mi sarei consolata lo stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era molto piccolo e questo mi ha fatto un po' coraggio.
      Poi la torta salata ha fatto il resto!
      Nora

      Elimina
  7. Il ragazzo sarà stato poi orgogliosissimo di tale coraggiosa Mamma!!! E probabilmente avrà anche fatto sparire la torta :-) Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Dany, ha SOPRATTUTTO fatto scomparire la torta!!! :-)
      Grazie dei complimenti
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.