Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

lunedì 27 gennaio 2014

FINITO IL TEMPO DEI BAGORDI.... DIETA E PETTO DI POLLO!


OK. La dieta si impone. 
Magari non solo perchè i chili salgono ed il girovita tende a somigliare sempre più all'equatore.
Capita che, come ogni anno, mi trovi ad eseguire gli esami clinici di routine e questa volta (più delle altre) i valori siano fuori fase.
Sicuramente 2 anni di blog e le ultime festività, con il corollario delle cene, dei pranzi, degli stravizi insomma, non hanno certo remato a favore.
Mettiamoci gli anni che avanzano, una pressione ballerina (di flamenco!) e una fastidiosissima serie di emicranie, eccomi a dovermi decidere: DIETA.
Dieta. Che brutta parola!
Antipatica sotto tutti gli aspetti.
Anche come suono.
Quindi mi trovo a dover eliminare grassi, zuccheri, e compagnia cantante.
Io che senza zucchero divento aggressiva. Povera famiglia mia!
Arc e Martirio hanno imparato a guardarsi negli occhi con fare di sopportazione e, ai miei brontolii, esordiscono con : *E' nervosa! E' la dieta!*
Inutile dire che ovviamente la cosa contribuisce notevolmente ad aumentare la mia irascibilità.
Poi, a dire il vero, non sempre sano è da ritenersi insapore.
Quindi, nel tentativo di variare dieta ma in maniera comunque saporita, ho rispolverato una ricetta semplice, leggera, che fa bene anche allo spirito, oltre che alla salute.
Beh, è piaciuta anche agli altri due!


Eccovi quindi i miei

PETTI DI POLLO FARCITI.



1 petto di pollo intero (totale circa 400/500 g)
1 pezzetto di scamorza (totale circa 60 g)
1 pezzetto di fondo di prosciutto cotto magro (circa 60/80 g)
foglie di salvia
2 cucchiai di Olio EVO
sale (poco)



Dividere il petto di pollo in due parti. Ricavare, con un coltello affilato, una tasca in ognuna delle due parti.
Tagliare a fettine sottili il pezzo di scamorza ed il prosciutto cotto.
Inserire nel petto di pollo scamorza e prosciutto.
Chiudere la tasca con uno stuzzicadenti, 
Fermare con un altro stuzzicadenti due foglie di salvia sul lato superiore delle due metà del petto di pollo.

Scaldare il forno a 150°C statico. 

Infornare in una teglia coperta di carta da forno ungendo appena appena (1 cucchiaino d'olio EVO per ogni pezzo) i due involtini.

Cuocere per 20 minuti circa sino a che diventerà bello dorato.

Servire scaloppato e caldo.


10 commenti:

  1. tu almeno l'hai farcito con prosciutto e formaggio....io con le prugne secche...che amarezza!! Sosteniamoci q vicenda in questa triste fase del nostro cammino, mi raccomando!! Dai che ce la faremo a ridare un senso al termine "girovita"!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, ti dirò, la prossima volta ti copio. Sono sicuramente meno caloriche!
      Baci
      Nora
      PS Per il girovita, almeno il mio, non credo ci siano molte speranze!

      Elimina
  2. Dai...vedrai che ci sono delle ricettine light niente male...io ho trovato utilissimi i libri di ricette di Marco Bianchi...Prova a dare un occhio al suo profilo facebook o vai a dare un occhio a questo link: http://bello-buono-d.blogautore.repubblica.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo me lo segno! Grazie Memole!
      Uno spunto serve sempre, almeno anche la dieta sarà varia!
      Nora

      Elimina
  3. Oh che brutto momento. E non ci hai ancora detto niente del terzo uomo. Il macellaio. Si può immaginare la sua disperazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sta piangendo chiuso in cella frigorifera.... mi toccherà far degli strappi per evitare che si iberni!
      Baci
      Nora

      Elimina
  4. Per me involtini con pollo, prugne secche morbide ( una contraddizione in termini ma almeno ci si capisce), speck e salvia... e poi, come sai, vellutate con crostini non fritti.
    Il mio obiettivo? poter utilizzare ad aprile gli stessi vestiti della scorsa primavera .........
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello, ho visto! Io invece, come obiettivo, ho di sopravvivere..... i miei esami sono CATASTROFICI!
      Poi bisogna ricordare che ho un Martirio giovane, sia mai che fugga con qualche biondina filiforme!
      Baci
      Nora

      Elimina
  5. Anche a me il blog non aiuta, anzi :-/ Mi raccomando, il girovita ma...anche la pressione che forse è anche più importante. Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Giulietta! Mi sono presa un bello spavento e ho deciso che (forse) è il caso di correre ai ripari!
      A presto.
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.