Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

giovedì 9 luglio 2015

PANGASIO AL CARTOCCIO E LE VACANZE DI ARC




Tempo di ferie che arriveranno (se sopravviverò a questo periodo); tempo di vacanze scolastiche e di tempo che Arc ha da impiegare per recuperare tutto quello che ha accantonato per un anno.
Tempo per farsi nuovi amici, per giocare e scalmanarsi con l'oratorio estivo.
Gite in autobus, al mare ed in montagna, da dove torna senza voce e con le scarpe bucate.
Giornate in piscina da dove rientra rosso come un gambero perché la crema con la protezione *giusta* l'ha nello zaino, la mette appena arriva solo dove si ricorda, e poi fa il bagno.... e non la rimette.
Tempo di mare. Tempo per godersi la compagnia del suo amico del cuore, ospite suo, e senza la mamma al seguito.
Si sente grande. Si sentono grandi. Cominciano a fare i complici mentre vanno a prendersi il gelato da soli. Crescono.
Crescono ma dimenticano a casa il libro da leggere. Allora corro a comperarne un altro uscendo dalla libreria dopo quasi un ora con un romanzo per me e *La guerra dei bottoni* di Louis Pergaud per lui.
A casa si incrociano le telefonate:
- Mamma posso prendere un gelato nel pomeriggio? Posso fare il tema invece degli esercizi di grammatica? Posso prendere un pacchetto di carte anche per gli amici? Sai sono quasi a metà del libro e mi piace un sacco! Mi sa che lo finisco prima di sabato...
Ecco: è il tempo delle soddisfazioni! Quella parte di lui in cui mi riconosco, bambina, a divorare libri facendo imbestialire mia madre perché mangiavo *con l'imbuto* per correre a leggere come proseguiva la vicenda del libro che stavo leggendo.
Abbiamo anche un altro punto in comune: la passione per il buon cibo e per il pesce, per mia fortuna.
Visto che il Martirio non ama il pesce, sino all'arrivo di Arc, non riuscivo a mangiarlo perchè, solo per me, non valeva la pena di mettermi a cucinarlo.
Ora mi sbizzarrisco e, pur essendo entrambi a dieta (e si, condividiamo anche questa somiglianza, quella della linea tonda), cucino spesso il pesce.
Questa versione al cartoccio è stata apprezzata tantissimo da Arc prima di partire per la sua vacanza.

FILETTO DI PANGASIO AL CARTOCCIO CON POMODORINI E PATATE.



Riscaldate il forno a 200°C. Stendete sulla placca del forno 2 pezzi di carta da forno. 

Pelate le patate e affettatele in fettine sottili e foderate il centro di ogni foglio di carta da forno. Affettate anche la cipolla e distribuitela sulle patate.
Appoggiatevi i tranci di pangasio, i pomodorini tagliati a metà.


Grattugiate la radice di zenzero, la buccia del lime sui filetti. Sminuzzate le foglioline di timo su pesce e verdura. Salate e pepate. Spruzzate di succo di limone e chiudete il cartoccio. Infornate per 15/20 minuti circa.


Togliete dal forno e aspettate ancora 5 minuti prima di aprire il cartoccio e far scivolare nel piatto il contenuto del cartoccio.




1 commento:

  1. adoro il pangasio, ma non l'ho mai preparato al cartoccio... da preparare!

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.