Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

giovedì 13 luglio 2017

INSALATA DI RISO VENERE, SALMONE E AVOCADO PER UN'ESTATE TRA I VICOLI.




Continua la scoperta di quel borgo incantevole che è Noli.


Continua sotto il sole ed il caldo afoso di un'estate che è esplosa all'improvviso. 
Continua mentre una spiaggia di ciotoli ed un acqua limpidissima e fresca attutiscono la calura estiva.
Poi ci sono i vicoli. 
Stretti; tanto da non permettere ai raggi di entrare pur nelle ore più calde.
Freschi ed asciutti con il profumo del mare che si insinua e gli odori delle pietanze cucinate negli alloggi che vi si affacciano.


Magici; mentre percorrendoli scopri visuali incantevoli che alla luce intensa del mezzogiorno assumono quasi gli aspetti di un miraggio.


E' una scoperta piacevole per chi, come me, si avvia verso casa nell'ora più calda, mentre dai locali affacciati alle piazzette raccolte, si leva il suono delle posate sulle stoviglie mentre turisti variopinti si concedono un pranzo con le specialità della Liguria.
Il forno all'angolo, quello con la coda perenne di avventori che attendono di gustare focacce sottili, ancora calde che contribuiscono a profumare l'aria di buono.
La bottega con la pasta fresca ed i barattolini di pesto e salsa di noci ben in vista nella vetrina del banco.
Nella piazza ombreggiata da alberi alti, i banchi dei produttori locali stanno smontando e ceste che al mattino erano colme di fiori di zucca sgargianti, pomodori succosi e limoni profumatissimi giacciono impilate in attesa di caricarle sui furgoni che torneranno nell'entroterra, a preparare nuovi raccolti e nuove primizie per il mattino successivo.
Torno, passando dalla porta che delimita il borgo antico e mi avvio verso casa per un pranzo leggero.
Leggero come un'insalata di riso ma con un riso "diverso" nemmeno tanto facile da "condire" ed abbinare.
C'è anche una premessa a questa ricetta. Da tempo sto cercando di aggiungere alla mia alimentazione elementi ed ingredienti che contrastino naturalmente il colesterolo che ho a livelli abbastanza preoccupanti.
Tra questi ingredienti primeggia l'avocado che io non amo particolarmente. In passato avevo provato ad inserirlo nella dieta ma non riuscivo a farmelo piacere. L'unico modo di consumarlo era come salsa Guacamole (avocado, cipolla, pomodori, peperoncino, coriandolo e lime) ma, non potendo consumare Guacamole a cucchiaiate (credetemi: ne sarei capacissima) mi conveniva trovare un modo "alternativo" per farmi piacere questa polpa verde e vagamente "burrosa".
Ecco che ho provato a pensare la salsa come un'insalata di riso e... ecco il risultato.
Una sola raccomandazione: utilizzate riso Venere Integrale e non parboiled che prende un odore decisamente nauseabondo mentre cuoce. La cottura sarà più lunga ma il riso non perderà proprietà o prenderà sapori strani.


INSALATA DI RISO VENERE, SALMONE ED AVOCADO.




Lessate il riso Venere in abbondante acqua salata (io ci aggiungo anche due o tre foglie di alloro per dare un po' di profumo) per circa 40 minuti. I chicchi dovranno essere sodi ma non duri. Scolatelo e raffreddatelo sotto acqua fredda corrente. 
Lasciatelo scolare completamente poi mettetelo in una ciotola capiente.

Tagliare l'avocado a metà, togliere il nocciolo e separare la buccia dalla polpa aiutandovi con un cucchiaio da minestra. La polpa dovrà essere matura ma ancora soda. Tagliate la polpa a tocchetti di circa 1 cm. ed unitela al riso.

Tagliate a tocchetti della stessa misura il pomodoro cuore di bue ed il cipollotto ed aggiungeteli nella ciotola.



Togliere i filamenti al gambo di sedano verde, tagliatelo a tocchetti di circa 1 cm ed aggiungetelo agli altri ingredienti.
Tagliate il salmone affumicato a striscioline ed aggiungetelo nella ciotola.


Preparate il condimento emulsionando in una tazzina i 2 cucchiai di olio EVO, il cucchiaio di trito di erbe aromatiche, sale e pepe.
Spremere il succo di un lime e mescolare con delicatezza per non spappolare l'avocado.



Servire come antipasto o, come nel mio caso, come piatto unico e leggero. 







2 commenti:

  1. La nostra vacanza al mare, tra cielo blu, mare azzurro e sentieri a mezza costa, quella a cui per causa di una caviglia malandata abbiamo dovuto rinunciare, avrebbe dovuto avere Finale Ligure come sfondo. ...e magari avrei avuto l'occasione di visitare Noli che lo scorso anno abbiamo solo sfiorato. ..e il riso Venere? Per me pomodorini, basilico e mazzancolle!

    RispondiElimina
  2. ah ah, pensa che io amo l'avocado, specie nell'insalata verde, dove puoi anche schiacciarlo a mo' di salsina nel condimento e mi trattengo (a fatica) perché è piuttosto calorico... ma se fa bene! mi hai dato una magnifica SCUSA per sacrificarmi!!!
    Ho idea che le tue vacanze siano più rilassanti di quelle in camper, ultimamente ;-)

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.