Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 6 gennaio 2019

ARISTA DI MAIALE SENAPE E LIMONE - IL PRIMO ARROSTO DELL'ANNO


Quasi un anno che non scrivo o pubblico ricette sul blog.
Credevo di non ricordarmi neppure come si facesse.
Eppure il mio neurone Highlander ha retto: ho ricordato come collegarmi, scrivere, agganciare le foto.
Mi mancava quest'angolo di sfogo, di condivisione (e sì) di libertà.
Libertà di pensare "ad altro". Altro che non siano i problemi (tanti), il lavoro con i ritmi incalzanti le preoccupazioni per la famiglia.
Altro che sia la voglia di mettersi in gioco, cucinare per passione e non per dovere.
Sì, perché in questi mesi mi sono ritrovata in cucina solo per "far da mangiare" nel senso che intendeva mia madre: per dovere.
Ho cominciato a cercare tutte le scappatoie che mi facessero finire prima di cucinare e non avere poi troppo da riordinare. Insomma: nemmeno la Parodi mi poteva battere in operazioni tipo "apro la busta", "rovescio la busta", ffffatto!
Però mi mancava.
Mi mancava la soddisfazione di mettere in tavola qualcosa di buono, di creato con amore, ed i miei XY direi che se ne sono accorti.
Anche perché, una volta trovata la strada "veloce", sono stata capace di ammannire lo stesso menù con cadenza settimanale direi quasi battendo la monotonia della mensa scolastica tanto aborrita da mio figlio alle elementari.
Certo non c'erano più i tempi morti delle foto, del pesare le quantità, dell'allestire un set fotografico (misero e casalingo, è vero) per far vedere il risultato finale che faceva freddare la porzione e sbuffare come mantici i miei due commensali.

Mi sono ripromessa di tornare a pubblicare qualche ricetta, magari senza una cadenza fissa, ma "ritornare", anche se ci sarà sempre chi mi criticherà perché metto in piazza i fatti miei o perché perdo tempo con la mania di protagonismo. Non mi sento protagonista e amo cucinare e condividere ricette e pensieri e se ci fosse chi non capisse la mia "passione", non avrà che da non leggermi ...
Quindi, proprio in occasione di queste ultime feste, mi sono ritrovata e persa di nuovo nelle ricette di famiglia, nei fornelli che aspettavano fiduciosi che riprendessi a farli ardere per nuove ricette e non solo per bollire l'acqua del te.
Mi è parso di ritrovare vecchi amici; parenti dimenticati che mi aspettavano ancora.
E' stato bello potermi accorgere che ancora mi ricordo come fare un sugo, un primo ricco... un arrosto.
Ed è appunto da un arrosto che voglio ricominciare. Un arrosto che sa di pranzo della domenica, di festa e di calore.

Quindi ecco qui la mia ricetta di

ARISTA DI MAIALE ALLA SENAPE & LIMONE.





Procedimento:

Pulite bene l'arista da tutte le pellicine.
Fatela rosolare in padella con due cucchiai d'olio ed il burro avendo cura di sigillarla bene da tutte le parti.





Spremete i tre limoni e stemperate nel succo il cucchiaio di senape forte e quello di senape rustica (quella con i semini interi).



In una teglia adatta alla cottura al forno, mettete l'arista rosolata ed irroratela con il succo di limone e la senape.




Ritagliate un foglio di carta da forno in misura della teglia, bagnatelo e strizzatelo coprendo la carne come un coperchio.



Infornate per 1 ora  a 175°C statico girando l'arrosto ogni mezz'ora per far in modo che risulti sempre irrorato del sughetto.
Gli ultimi 15 minuti togliete la carta forno e fate prendere colore alla carne.






Togliete la teglia dal forno, tagliate l'arrosto e rimettete le fettine nel sugo. Tenere in caldo sino a servire.




6 commenti:

  1. E io che uno dei tuoi arrosti l'ho mangiato e molto apprezzato, insieme a tanto altro ottimo cibo e, soprattutto, un ancor migliore compagnia, non posso che essere felice di darti il bentornato. E poi a me interessano i fatti tuoi, quindi non sarò mai tra quelli che ti criticano perché li metti in piazza. Un abbraccio forte Nora. Questo 2019 comincia già con una bella notizia grazie a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roby! Mi mancavate. Mi mancavano commenti e critiche, scambi di idee tra malate di simile follia.
      E' bello ritrovarvi che ancora leggete le parole che metto in fila...
      Baci
      Nora

      Elimina
  2. Indovina cosa ho nel congelatore?
    Per cui tra poco sperimentero’.
    Bentornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del bentornata. Fammi poi sapere se ti piace l'esperimento.
      Baci
      Nora

      Elimina
  3. Grande Nora! Non importa con che ricette torniamo su questi schermi, l'importante è che ci sia tornata la voglia di spignattare, che abbiamo trovato il tempo per fare qualcosa di diverso dalle tagliatelle del signor Giovanni "Anfibio" (benedette!!!) e che abbiamo ritrovato il passo per continuare a camminare ...un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teniamolo (il passo) Claudette! Teniamo duro e i nostri sogni cambieranno ma ci faranno andare avanti e ritrovare (forse) le due sognatrici che siamo sempre state!
      Buona giornata
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.
All those who reveal themselves can leave a comment ... just be polite - No unsigned comments will be published.