Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

mercoledì 22 febbraio 2012

ARC, uno scoiattolo e .... una torta tutta d'oro



Arc conosceva un segreto. Era nascosto nella parte alta del frigorifero, dietro la scatola delle uova.
Era un tesoro diviso in tre e la mamma lo aveva nascosto bene, ma proprio bene.
Arc era sempre stato goloso ed il cioccolato bianco era uno di quei dolci ai quali non sapeva resistere.
Due sere prima, mentre la mamma era a spasso con la sua amica, Arc aveva chiesto un bicchiere di succo di frutta al papà. Di solito lo prendeva da solo il succo, ma quella sera la mamma, di fretta come sempre, aveva spostato la bottiglia in alto, vicino alla scatola delle uova.
Quindi c’era voluto il papà che, impicciandosi con l’orologio, aveva fatto cadere la scatola rischiando di fare una frittata non prevista.  Nel rimettere a posto la scatola papà aveva scoperto tre scatole triangolari che contenevano un cioccolato svizzero buonissimo e…. bianco!
La mamma però lo aveva nascosto e,forse , voleva combinarci qualche cosa di strano in cucina.
Con tatto Arc aveva tenuto d’occhio la mamma … e le scatole di cioccolato, ma nulla succedeva. La mamma continuava a fare le solite cose ma niente con il cioccolato bianco.
Una sera poi, le aveva sentito dire al telefono, che QUEL cioccolato voleva impiegarlo in maniera originale e che era un peccato farlo finire in una torta normale quindi, avrebbe aspettato fino a che non avesse scoperto una magia per impiegarlo.
La mamma era sempre un po’ originale ma, questa volta mi sa che stava esagerando: addirittura una magia!
Per un po’ Arc si dimenticò delle scatole triangolari, del cioccolato bianco, dei dolci. Fino a quando si trovarono nella casa di campagna. La casa era costruita vicino ad un frutteto che finiva ai margini del bosco.
Lì vicino vivevano molti animali che Arc aveva imparato a conoscere.  C’era la volpe Rossana, con il figlio Furbino, che era nato nella legnaia di una vicina. C’era il tasso Fracasso, che non faceva rumore ma le sue tane, costruite vicino agli alberi e nascoste dall’erba alta, potevano essere un pericolo e se ci cadevi dentro con un piede, rischiavi di fracassarti la gamba.
C’era il capriolo Nocciolo, che aveva gli occhi colore delle nocciole mature, che veniva a giocare nel prato che si vedeva dalla finestra della camera di Arc. C’era lo scoiattolo Giaggiolo che nascondeva tutte le nocciole delle piante del frutteto nella sua tana.
Mentre giocava, Arc vide che lo scoiattolino era rimasto impigliato in un rotolo di rete che il papà aveva lasciato nell’orto per recintarlo. Piano piano, il bambino riuscì a liberare la bestiola che scappò velocemente verso il bosco perché veniva la sera ed era ora di tornare a casa.
Durante la notte Arc venne svegliato da un rumore strano, come di sassolini che cadono. Accese la torcia e vide, dietro il vetro della sua finestra, che una scoiattolina aveva accumulato una grossissima quantità di nocciole belle tonde. Mentre il bimbo cercava di avvicinarsi, la bestiola cominciò a parlare:
“Arc, sono la mamma di Giaggiolo e sono una fata che per un incantesimo venne trasformata in scoiattolo. Tu mi hai liberato e io ti faccio due doni per la tua mamma: queste nocciole che si sposano con la dolcezza bianca che la mamma nasconde e un  consiglio: quello di cercare nella credenza l’oro che si scioglie nel riso.” Detto ciò scappò via.
La mattina seguente Arc raccontò tutto alla mamma e le consegnò le nocciole che erano bellissime.
La mamma ci pensò su e poi sorrise: aveva capito. Aveva trovato la magia giusta.
Tolse dal frigorifero le tre confezioni di cioccolato e dalla dispensa lo zafferano e con gli altri ingredienti che aveva in casa fece una torta d’ORO… buona buonissima come il suo bimbo generoso.


CROSTATA D'ORO 
con ganache di cioccolato bianco, zafferano e nocciole.

Ingredienti per la base:
150 gr. di farina bianca
50 gr. di farina di nocciole
50 gr. di farina di mandorle
2 cucchiai di zucchero di canna
150 gr. di burro freddo a cubetti
1 uovo grosso
2 cucchiai di acqua gelata
1 pizzico di sale.

Ingredienti per la ganache:
gr. 300 di cioccolato bianco
gr. 200 di panna da montare fresca
2 bustine di zafferano
150 gr. di nocciole tostate e tritate grossolanamente

Ingredienti  per la decorazione:
150 gr di zucchero bianco
100 gr (scarsi) di nocciole tostate tritate finemente
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di limone


Procedimento per la base:
Mettere la farina, lo zucchero ed il sale in un robot da cucina con la lama metallica e frullare utilizzando la funzione pulse.
Unire il burro e azionare nuovamente la funzione pulse sino ad ottenere un composto di grosse briciole.
Aggiungere uovo e acqua e azionare la funzione pulse fino a che si formerà un impasto.
Compattare l’impasto in un foglio di pellicola dando la forma di un disco abbastanza spesso, tenerlo a riposo in frigorifero per almeno 30 minuti.
Imburrare lo stampo scelto (Io ho usato un NUOVISSIMO stampo quadrato con fondo rimovibile di cm.25x25) , stendere la pasta su una superficie fredda tra due fogli di carta forno, infarinare la tortiera e rivestirla con la pasta rinforzando i bordi (se diventa troppo morbida, prima di rivestire la tortiera rimetterla in frigorifero).
Far raffreddare la tortiera ricoperta in freezer  per 10/15 minuti.
Preriscaldare il forno a 200°C per circa 20 minuti. Coprire la pasta con un foglio di carta da forno e riempire con i fagioli secchi- Cuocere *in bianco* per 10 minuti con forno statico, abbassare la temperatura a 190°C. Eliminare carta e fagioli e proseguire la cottura per altri 5/10 minuti finchè la pasta sarà dorata.
Togliere la tortiera dal forno e sformare il guscio SOLO quando sarà ben raffreddato.

Procedimento per la ganache:
Spezzettare tutto il cioccolato bianco in pezzetti piccoli.
Scaldare la panna sino a bollore. Sciogliere le 2 bustine di zafferano.
Togliere dal fuoco. Versare la panna bollente sopra le scaglie di cioccolato e mescolare velocemente con una frusta sino a che si sarà sciolto completamente.
Aggiungere le nocciole e, quando si sarà intiepidita versarla nel guscio di frolla. Far rassodare in frigorifero almeno 3 o 4 ore prima di tagliarla.

Procedimento guarnizione guarnizione:
Sciogliere in un pentolino lo zucchero con il miele sino a che cominci a colorarsi. Aggiungere il cucchiaino di limone e le nocciole tritate.
Quando tutto sarà amalgamato bene, versare il composto su una superficie fredda ricoperta da un foglio di carta da forno (meglio sarebbe su una superficie di marmo leggermente unta d’olio di semi). Stenderla in una striscia sottile tra 2 fogli di carta da forno.  Dare la forma desiderata (attenzione che scotta!!) aiutandovi con delle presine.  Quando sarà finalmente fredda posizionarla sulla ganache.

Con questo dolce partecipo al contest Colors and food  del mese di Febbraio di Essenza in cucina

e al contest di Dolcidelizie : Il Re della tavola.. il cioccolato. per la sezione Dolci.



29 commenti:

  1. Che bella favola! E che meraviglia di torta, sei bravissima, l'hai resa ancora più magica! La ganache al cioccolato bianco e zafferano con nocciole deve essere squisita. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La torta è stata un azzardo (soprattutto alla dieta!) ma è veramente buona... decisamente dolce, ma stemperata un poco dalla croccantezza delle nocciole, è stata apprezzata anche dai miei amici.
      Buona giornata anche a te.
      Nora

      Elimina
  2. Una bella storia e una torta deliziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giada!! E' stata una scoperta anche per noi!

      Elimina
  3. Una storia deliziosa, almeno quanto il dolce.
    Ah, anche io sono ghiotta di cioccolato bianco, almeno quanto Arc :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia, è stata una bella scoperta l'abbinamento con lo zafferano!
      Nora

      Elimina
  4. Cara TataNora, aspetto con ansia di leggere le ricette con i funghi allucinogeni che evidentemente cucini!!! :-)
    Scherzo, bellissima storia.

    Cugina Dany

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo Dany i funghi allucinogeni io li mangio crudi... stay tuned e pubblicheremo la ricetta!!!
      Nora

      Elimina
  5. mi sono commossa, ed ingrassata solo a vederla. chicca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chicca, pensa a me che l'ho anche mangiata!!! Grazie e buona giornata.
      Nora

      Elimina
  6. che meraviglia questa torta e bellissimo il post. Io quando leggo ganache e poi di seguito cioccolato bianco, impazzisco e questo dolce...promette davvero bene!!
    ciao, Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, l'abbinamento con lo zafferano, secondo me, merita!
      Nora

      Elimina
  7. Nora cara questa torta sembra davvero meravigliosa :)
    Quando puoi mi contatti via mail x favore?? franci.antonioli@gmail.com (sono franci di scorribande in cucina)
    A presto :)

    RispondiElimina
  8. Anche io faccio come la mamma di Arc, il cioccolato bianco lo nascondo perche qualcuno lo fa fuori subito (e non sono io!)

    Bellissima la storia stupenda la torta d'oro!

    besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai grazie per i complimenti sulla torta (mi fai arrossire :-*) e poi un consiglio dalla mamma di Arc: cambia spesso nascondiglio o i mostri mangioni (ed il loro papà) trovano i tesori nascosti ;-)
      Buenas noches!
      Nora

      Elimina
  9. ..Carissima, io sono davvero meravigliata dalla storia che hai saputo raccontare per questo dolcissimo dolce: a casa mia non c'è nascondiglio che tenga per il cioccolato bianco, quando farò questa torta (perché puoi scommetterci che la farò) sono curiosa di vedere cosa dicono i miei piccoli furbetti!
    Grazie per aver partecipato.. alle prossime!

    RispondiElimina
  10. Ciao Cinzia, secondo me ai tuoi furbetti piacerà come è piaciuta a noi!
    Buona giornata,
    Nora

    RispondiElimina
  11. sei un Mito...bacini bacini Dony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma daaaaii!!!! è solo una torta!!!
      Nora

      Elimina
  12. me la immagino... me la immagino e lo so com'è buono il cioccolato bianco abbinato a zafferano e nocciole, non so se hai visto i miei cuoricini :-))
    fantastica la tua torta!
    ciao
    cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visti e piaciuti!! Sono un poco in ritardo sui commenti varii perchè sono stata un po' *impegnata*... ma ho visto delle cose delle cose.... che noi umani! beh.. consoliamoci! GNAM
      Nora

      Elimina
  13. Ehi, anche da qui sento il profumo !!!!! Beato Arc che può gustarsi tutte queste meraviglie....... vabbè, io in ufficio attendo sempre di assaggiare, a tuo buon cuore. La storia è bellissima (come sempre) cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai che torno tra 1 settimanaaaa... e una idea me la faccio venire, stai tranqui!
      Nora

      Elimina
  14. Complimentiiiiiiiiiiiiiiiiii!
    E adesso....? TORTA PER TUTTIIIIIIIII!!!

    besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mai.... se vieni te la rifaccio!
      Nora

      Elimina
  15. Sei molto brava a scrivere (parola di prof!) ma stavolta mi ha incantato soprattutto la tua crostata: speciale e stupefacente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luciaaaa. Un'altra prof che mi segue?! La prima è stata la mia ex prof di italiano e, ti giuro, mi è venuta subito l'ansia da prestazione... La crostata è stata apprezzata anche dagli amici e, tra l'altro, me l'hanno richiesta in tanti per una prova d'assaggio.
      Buona giornata!
      Nora

      Elimina
  16. mi avevi messo curiosità... e cosi ho guardato subito come ho sistemato cucina. E' BELLISSIMO! sia cos'hai scritto(storiella) sia questa torta che dovrò assolutamente provare ( insieme a quella che ci hai fatto oggi )
    davvero super!
    Nora, ti 'stimo':-) i miei rispetti!!:-D
    buon rientro nella vecchia milano. besos, by Angy

    RispondiElimina
  17. hahaha Angy! Grazie, a breve ri-vedrai la torta di oggi su queste pagine!
    La più grande soddisfazione è vedere che quello che *pasticcio* piace...!
    Ti mando via e-mail la ricetta di oggi..... bacionissimi a tutti voi e... buona settimana dalla vecchia Milano!
    Nora

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.