Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

mercoledì 13 giugno 2012

Scaloppine al vino bianco e... come farsi amico il macellaio.




Fare la spesa al supermercato oramai è un rito al quale tutti quanti ci siamo abituati. E' semplice: si gira tra i banchi si sceglie quello che ci piace, si mette nel carrello, si va alla cassa... e finisce tutto lì.
Io ci vado come tutti, al supermercato ed il più delle volte mi trovo a girare tra i banchi tentando di ricordare cosa avevo elencato nella lista che, puntualmente, ho dimenticato sul tavolo di cucina o sulla scrivania.
Ci entro per acquistare uno o due ingredienti, ed esco con un carrello pieno che si trasforma in borse pesantissime che mi scammello fino a casa (e senza ciò che avevo realmente bisogno!). 
Ho il carrellino *della nonna* (quello che la suocera si ostina a non usare perchè *è da vecchia* ) che spesso porto con me ma, quando mi fermo *al Super* di ritorno dall'ufficio ... il carrellino non c'è... e via di equilibrismi e sollevamento pesi!
Non so se da voi ci sono ancora le classiche botteghe ma a Milano sono sempre più rare. Anche il pane lo si va a comprare nei centri commerciali, nei cesti dove giace già pronto, imbustato, prezzato... surgelato.
Io rimpiango il bottegaio che ti consiglia, ti riconosce, sa che cosa apprezzi o che cosa potresti apprezzare. 
In campagna ci sono ancora delle botteghe così, dove ti trovi a fare la spesa e scambi notizie su amici o conoscenti.
A Milano poi, specie per la carne, mi piace comprare in una macelleria che fa parte di una serie di negozi in Franchising, dove la cassiera mi riconosce, mi chiede notizie di Arc e io le chiedo come va il suo mal di schiena.
Poi ci sono i commessi al banco, i macellai... pare li abbia conquistati.
Ho cominciato a servirmi di questo negozio due anni fa, quando cambiai casa.
Più di una volta ho chiesto parti che non vedevo esposte (il magatello devi chiederlo, raramente lo trovi esposto sul banco) oppure mi facevo preparare una fetta di fesa di vitello per fare l'arrosto arrotolato. 
Qualcuno di loro ha pure provato a dirmi: - Ma guardi che l'arrosto arrotolato ce lo abbiamo bello pronto!- ingenuo... mica volevo fare un arrosto *solito*.
A me la farcitura viene diversa ogni volta, con nuovi abbinamenti o richieste specifiche della famiglia.
Non mi crede.
Mi guarda sbigottito e, rivolgendosi al macellaio *anziano* commenta:
- Beppe: la signora sa cucinare!
Silenzio di botto nel negozio. 
Pochi clienti: è sistematico, io arrivo proprio due minuti prima dell'ora di chiusura e l'attenzione è rivolta tutta a me... imbarazzante!
Sembro essere diventata una rivelazione, tanto che, quando entro, ci sono sempre i macellai che fanno a gara per servirmi.
La cosa più divertente è che, quando mi chiedono
- cosa deve farci? (riferito ad un taglio di carne, o di formaggio)
non è per dire. Vogliono la ricetta!!
Arc poi è trattato in guanti bianchi, con i bocconi di prosciutto o di salame da assaggiare *così consigli la mamma*.
Questa volta ho comprato della fesa di vitello tenera che mi sono fatta tagliare sottile per fare delle bellissime scaloppine per il solito appuntamento mensile con l'MT Challenge di MenùTuristico di Alessandra e Daniela. Ho provato a seguire la spiegazione che ha dato Elisa Sapori di Elisa... la vincitrice dello scorso mese e sono molto agitata perchè la nostra sfidante... ha STUDIATOO!!!!
Ora: per tornare alla carne...
L'ho battuta con il batticarne della nonna, pesante come me (quasi) e la ricetta.... beh a *Loro* la racconterò la prossima volta... a voi la scrivo subito.
Il martirio ha talmente gradito che quasi non era necessario lavare la padella... luccicava!



SCALOPPINE DI VITELLO AL VINO BIANCO CON NOCCIOLE E ROSMARINO E PEPERONCINI VERDI DOLCI IN PADELLA.

Ingredienti per 3 persone:
3 fette grandi di fesa di vitello sottile (cad. circa 100gr.)
3 cucchiai di farina 00
burro chiarificato (2 cucchiai circa)
1 bicchiere (abbondante) di vino bianco (io un Pinot Chardonnay)
1/2 tazza di brodo di carne (io con il MIO dado casalingo)
2 rametti di rosmarino fresco
1 manciata di nocciole tostate (con la buccia)
sale,
pepe.

500 gr di peperoncini verdi dolci
2 cucchiai di olio EVO
dado di verdura (io il MIO  dado casalingo!!)

Battere le fettine di vitello con un batticarne (io ho usato quello *di famiglia*) mettendo un foglio di pellicola sulla superficie per non *stracciare* le carni.
Tagliare in due pezzi uguali le fette di carne, infarinarle scuotendo la farina in eccesso.
In una padella antiaderente (io la padella di alluminio di mia nonna) far sciogliere il burro chiarificato. Far rosolare le fettine su entrambi i lati. Quando saranno *sbianchite* toglierle dalla padella e tenerle in caldo in un piatto coperto.
Scaldare il vino in un pentolino e, quando caldo, utilizzarlo per sciogliere il fondo rimasto nella padella, allungandolo con 2 o 3 cucchiai di brodo.
Quando la salsina comincerà a staccarsi dalla pentola aggiungere una noce di burro e fare addensare, filtrare, rimettere in padella la carne. Aggiungere gli aghi di rosmarino precedentemente tritati fini a coltello, e le nocciole ridotte a granella (non troppo sottile, si devono sentire). Regolare di sale (se serve, il brodo è generalmente saporito). Far insaporire per cinque minuti. Prima della fine della cottura macinare del pepe direttamente sulla carne.

In una padella antiaderente fare scaldare 2 cucchiai di olio EVO con un cucchiaino di estratto di dado vegetale. Aggiungere i peperoncini lavati e scolati. Chiudere la padella con un coperchio ed abbassare la fiamma.
Far cuocere continuando a *saltare* (o mescolare) i peperoncini sino a che saranno abbrustoliti.



Servire le scaloppine con un'ultima spolverata di granella di nocciola e accompagnarle con i peperoncini abbrustoliti.

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge di Giugno




54 commenti:

  1. Risposte
    1. Più che oltre... sono FUSA!!!!
      Nora

      Elimina
  2. Che fame nonostante l'ora non sia quella adatta... e si aprono le danze :-)
    Sui supermercati e piccoli negozi, hai ragione è... era tutta un'altra cosa. Byee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che è una ricetta che facevo spesso e poi... me ne dimenticai.
      Ci voleva Elisa per farmela ricordare!!!
      Nora

      Elimina
  3. avevo già visto le foto ieri e invidiavo il martirio e ora che so come ti sei procurata quella carne... il martirio lo sa???
    E poi che dire dei peperoni? accoppiamento perfetto ad una scaloppina gustosa e sugosa. gnam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Martirio lo sa come mi procuro la carne, e viene riconosciuto anche Lui nel negozio come *ilmaritodellasignorachesacucinare* :-)
      ... e intanto magna.....
      Buona giornata bimba!!!!
      Nora

      Elimina
  4. Ci credo che abbia gradito!
    E almeno ha lavato la pentola :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lavata?! Luccicava! Il finish lavastoviglie gli fa un baffo!
      Pensa che è pure contento dell'MTC di questo mese... infatti a Milano continua a piovere! U_U
      Nora

      Elimina
  5. mi fai morire :-D Già immagino i premi di Ale con macellai sopra le righe :-D Le nocciole che dire la prossima volta la voglio provare la tua ricetta! Io l'ho fatta più semplice che non si può :-D Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stella... non avevo pensato ai macellai da premio! Miii... devo rimediare ma mi sa che oramai è troppo tardi.
      Guarda che la mia ricetta non è poi così complicata, un po' di rosmarino e le nocciole...
      Nora

      Elimina
  6. La prima scaloppa!!! Mi aspettavo grandi descrizioni del fondo di cucina e di cottura.. Comunque buona!!!! E bella!! Buon Gardaland!!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, guarda che quella che ha studiato è Elisa... io sono solo una casalinga che fa disperare!!!
      Bella non direi, è un po' *spenta* come colore... ma buona si, chiedilo al mio Martirio!
      Nora

      Elimina
  7. Credimi ti ammiro!!!...io ieri sera ho scaloppato, ma sono profondamente delusa, non dal risultato che era ottimo, ma dalle foto...insomma di peggiori credo di non averne mai fatte, mi toccherà scaloppare nuovamente, per la gioia di mia figlia!!!
    Bravissima e quei peperoni dicono "mangiami"!!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I peperoni sono allettanti ma, in compenso, le scaloppine sono *smorte* come me...
      Mi sa che ci tocca continuare a scaloppare..
      Nora

      Elimina
  8. Ahahah! "Ha studiato" ahahah! Ho studiato almeno mille anni fa! :P
    Concordo con te sul piacere di fare la spesa con persone che ti riconoscono e scambiano due parole: io ho ancora la fortuna di avere i negozietti sotto casa e al supermercato ci vado solo per la spesa, diciamo così, generica; per carne, verdure, formaggi, pesce, per fortuna ci sono mercato e negozietti :)
    Ma ora veniamo a queste splendide scaloppine: a parte che apprezzo moltissimo l'utilizzo della padella di alluminio della nonna, ma poi hai creato delle scaloppine con degli abbinamenti molto gustosi, che sanno di "rustico" proprio come la casseruola :) Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mille anni? Almeno tu hai studiato! Io scopiazzo da libri e riviste e mi arrabatto come riesco... mi piacerebbe approfondire alcuni argomenti ma non trovo mai il tempo.
      Tempo fa dicevo che avrei fatto tutto quando sarei stata in pensione... ma il nostro governo sta tirando in lungo e, per quell'epoca, mi sa che potrò riuscire a cucinare solo una pastina glutinata....
      Grazie per il sostegno... :-)
      Nora

      Elimina
  9. Invece, a me i macellaio mi odiano, perchè son quella della carne magra. E non ti dico la tentazione di comprare uno di quegli arrotolati perfetti, con tutta la pancetta bella aderente, che quando li preparo io sembrano l'idea platonica del bitorzolo. Per fortuna che c'è mio marito, a ristabilire la pace, con le sue liste di quinti quarti e pezzi "saporiti"
    Però, le scaloppine mi piacciono: perchè son magre e fantasiose. A maggior ragione se inaugurano la sfida del mese. Non so se sarò così fresca :-) anche alla fine, ma ora godiamoci lo stato di grazia!
    nocciole-rosmarino- vino bianco sono un trittico che vince e convince e non dubito che tuo marito abbia fatto puccetta direttamente nella padella. Così come non dubito sull'opportunità che il mio, di marito, non abbia a passare da qui!!!
    Grazie ancora
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahaha Ale lassa sta.. per legare l'arrosto io di solito consumo quasi tutto il gomitolo di spago. Ma non demordo: ogni volta mi riguardo i vari filmati su Youtube... e ci riprovo.
      Secondo me, il signor Cuki continua a vendere i gomitoli di spago da cucina... solo a me!...
      Il Martirio, questa volta, si guarda bene dal remare contro... spazza e ... muto (al limite mugola!)
      Buona serata
      Nora

      Elimina
  10. si, anche a Parma ormai i bottegai sono rari, per fortuna nel mio quartiere ne sopravvivono alcuni e sono le mie vittime preferite, li tartasso con richieste assurde, ma mi conoscono da 30 anni e ormai si sono abituati!
    quando ho chiesto al macellaio di battermi il filetto di maiale a scaloppina non ti dico la faccia che ha fatto, ahahahah!!!
    me piase la versione con le nocciole, anch'io avrei pucciato dalla padella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto faccio anch'io richieste strane, ma non sempre ai macellai.
      Se sapessi che equivoci si sono creati negli anni... soprattutto perchè spesso sono convinta di essere stata lapalissiana e... non è così!
      Le nocciole ci stanno bene perchè danno un tocco di croccantezza. Il trucco è aggiungerle poco per volta altrimenti il fondo si fa *amaro*.
      Baci
      Nora

      Elimina
  11. I tuoi post sono sempre meravigliosamente allegri e divertenti: scammellare le borse della spesa non l'avevo mai sentita, ma visto che mi ci fai pensare è proprio vero, sembriamo sempre cammelli. Si entra per comprare il pane e si esce con 3 borse di cianfrusaglie..... ehhh il consumismo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra.. io di solito... dimentico pure il PANE!!!
      Non finirò mai di ringraziare il signore che ha inventato i carrellini (quelli che mia suocera odia)... quando mi ricordo di portarlo mi salva da colpi della strega e non solo!
      Buona serata
      Nora

      Elimina
  12. Mi sono scordata le scaloppe: che meraviglia!

    RispondiElimina
  13. Bella ricettina e anche veloce...
    Anch'io faccio le scaloppine al vino bianco ma di solito gli preferisco quelle al latte.. peccato che sia "bandito" dall'Mtc! ;))

    Aspettando l'ispirazione... complimenti!
    A presto Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eli, sono sicura che riuscirai a trovare un'idea geniale e le scaloppine al latte falle lo stesso... fuori gara... alla fine!
      Nora

      Elimina
  14. una scaloppata da ola!! e anche le foto e la mise en place, ullallà :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cris, non prendere per il chiulo! La differenza è che TU hai la mise en place, io *metto in tavola* prima che il Martirio si serva da solo ... e il piccolo pure.
      Stai seduta che la ola bisogna farla a te... sono ancora qui a pensare come fare a chiedere il Marsala vergine al mio vinaio di fiducia... che te lo presenterei...anzi, se mi gira bene, prima o poi ci faccio un post!
      Nora

      Elimina
  15. Eleonora .....sei sempre grande ! vorrei avere un decimo della tua "carica" !!!!! Le scaloppine son sicuramente deliziose e quei peperoni abbrustoliti ad arte , bella ricetta !!! io son ancora nel nulla :))) pero ho raccolto del rosmarino selvatico e magari provo le tue ! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu sei nel nulla è perchè sicuramente stai per tirare fuori dal cappello una delle tue meraviglie...
      Da casalinga che fa disperare, i miei colpi di teatro si limitano a tritare 2 nocciole in croce!
      Le altre idee mi sa che le nascondo.
      Per la carica che vuoi che ti dica: non ho molta scelta.. se mi fermo SPROFONDO (non preciso in cosa ma credo tu sia una donna sagace... :-) )
      Buona giornata e non farmi penare troppo... finiscimi con una delle tue meraviglie subito, così finisco di soffrire e copiandole, magari imparo qualche cosa.
      :-*
      Nora

      Elimina
  16. da noi le botteghe ci sono ancora e i super che si trovano in città sono talmente piccoli che praticamente sono come botteghe più grandi....anche io sono quella delle richieste strane....il ragazzo dell'ortofrutta quando mi vede mi chiede...questo fine settimana che prepara di buono!!! O___O sa pure che cucino nei week end!!
    buone le tue scaloppine che non trovo affatto banalissime, anzi!!! anche mio marito (..e io!)...avrebbe pucciato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai come si dice... il paese è piccolo e l'ortolano ... mormora!
      A parte gli scherzi, credo che i varii negozianti abbiano maggior soddisfazione nel cercare di procurarci ingredienti *strani* e vederci soddisfatte!
      Se le mie non sono banali, guarda che cosa hanno pubblicato e poi vedrai che cambi idea.
      Buona giornata,
      Nora

      Elimina
  17. Una volta il mio macellaio mi ha detto (in napoletano ovvimante) "Ma a casa vostra una cosa normale non la fate mai?" Ti ho detto tutto ecomunque a me le scaloppine piacciono moltissimo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeria, mi sa che siamo tutte quante nella stessa barca.
      Con i bottegai che si mettono le mani nei capelli quando ci vedono entrare...
      Le scaloppine vanno *come il pane* anche qui a Milano ;-)
      Buona serata
      Nora

      Elimina
  18. Risposte
    1. Grazie Francesca,
      piacciono tanto anche a noi!!!
      Buona serata
      Nora

      Elimina
  19. la ricetta è una meraviglia, ma vabbè, io non avevo dubbi... specialmente dopo aver visto le utliem foto su fbk.. di padelle pulite meglio che con lo Svelto Piatti.. :O)
    e poi il carrellino... eheh... io da che trascinavo quello di mia nonna non ho mai smesso di portarmelo dietro.. ora ne ho uno a grandi pois con cui vado a fare la spesa al mercato la mattina alle 7:00 prima di entrare a lavoro.. ehhe... e assolutamente al super io ci compro pochissime cose, ma per principio, per una questione economica (non intesa come risparmio..)...
    un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Martirio è un carnivoro e, tra una *scarpetta* e l'altra, ha manifestato una certa approvazione alla ricetta presentata da Elisa... il difetto è che sono banali.
      Io ho tagliuzzato qualche nocciola... tu hai fatto una salsa da urlo.. con il tabacco....*O*
      e non dico altro che è meglio ....U_U
      Per il carrellino, sempre benedetto sia chi lo ha inventato per la sciura Maria!
      Nora

      Elimina
  20. Ti dò un consiglio sul fattore carrellino, a cambio di queste scaloppine... maroooooo! L'abbinamento nocciole e peperoni mi sà di SUPERP!!!


    Anche io non ho il carrellino quando esco dall'ufficio, ma dentro la borsa non mancano mai un paio di "borse di quelle pieghevoli" quelle facili da aprire e difficile da chiudere, che sembrano un origami, ma a volte mi salvano!

    besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai, le scaloppine se vuoi te le rifo anche subito.
      Per le borse... le ho anch'io ma poi me le devo scammellare e la mia schiena piange!
      Tanto il macellaio è vicino a casa ;-)
      Besos
      Nora

      Elimina
  21. Mamma che fame...una ricetta davvero squisita! Mi piace poi il tocco delle nocciole...Complimenti, anche per il tuo splendido blog e le foto meravigliose! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kiara! Ho imparato a usare le nocciole come complemento a tanti piatti frequentando una trattoria in Piemonte.
      Io, ogni tanto, provo ad abbinare a caso e ... caso vuole.. questa volta è andata bene!
      Buona notte
      Nora

      Elimina
  22. ciao tatanora! ma quanto era che non passavo? troppo, e come al solito, grazie all'mtc, ritrovo amiche conosciute un pò di tempo fa... ;) sai una cosa? io al supermercato non ci vado. lo odio! davvero!!! perchè a me piace essere servita, e secondo me non è vero che si fa prima al supermercato!!! io mi perdo sempre nelle corsie, corro avanti e indietro a cercare "quella cosa lì"! e poi, come dici tu, abitando in campagna, ho tutti i negozietti del mondo: la bottega per le farine, le spezie, i formaggi; il macellaio, che è mio cugino (e quindi mi dice che sono noiooooosa); il fruttivendolo (ma mio marito non ha mai voglia di andarci perchè è un pò fuori mano...). lo so, sono fortunata. ma credimi: ci sono tantissime donne nel mio paesino, ed è evidente che non tutte sono come me, che detesto i supermercati! ;) ma questo è il bello di essere tutti diversi! bello il tuo post, mi ha fatto venire voglia di chiacchierare un pò! e le scaloppine devono essere ottime! bacino! sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sere,
      il mondo piatto e frenetico che ci siamo costruiti intorno a me sta stretto. Mi piace comunicare, scambiare sensazioni e chiacchiere con il mondo che vive intorno.
      Si incontrano mondi e pensieri che altrimenti sarebbero perduti... nel nulla.
      Le scaloppine sono buone. Semplici (troppo) ma buone come le cose di casa che ci fanno sentire bene.
      Nora

      Elimina
  23. ...mmm...chissà se il mio commento di prima ti è arrivato... ero in trano e la connessione andava su e giù...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivato... assaporato...commentato. :-)
      Notte!
      Nora

      Elimina
  24. Tu hai il martirio che puccia, io il figlio...non mangia mai pane ma quando faccio le scaloppine si mangia mezza treccia....
    Con le nocciole sono un delirio..buonissime e quei peperoni? Le mie al caffè sono piaciute, le avevo pensate all'inizio del mese, ma poi sono stata al mare e non le ho potute cucinare ..appena tornata ho agito... sapevo che rischiavo ad aspettare, mi fa piacere avere le tue stesse idee, un bacione elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi... stessa vita qua a Milano. Il Martirio non mangia pane... ma per le scaloppine fa eccezione.
      Bella bellissima realizzazione la tua.
      Mi sa che me la gioco alla prossima cena tra amiche.
      Nora

      Elimina
  25. caraaaa m'è venuta fameeeeeeeeeeeee, bravissima ^_^...e le foto sono bellissime un bacione ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale, e non scherziamo sulle foto :-)
      Nora

      Elimina
  26. Curioso l'abbinamento delle nocciole col rosmarino! :-D
    Una domanda: ci dai le TUE ricette di dado di carne e vegetale casalingo? Sarebbe utile fare un confronto tra le varie ricette, che sono sempre interessanti.
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'abbinamento con le nocciole è un tentativo fatto dopo avere assaggiato degli involtini molto *in voga* in piemonte... ed il rosmarino è la pianta che meno ha sofferto questo inverno per il gelo.
      La ricetta del dado è quella che ho cominciato a fare 2 anni fa dopo avere letto quella di Lady Elendir di Cookaround.
      250 gr di sale integrale
      400 gr di verdure miste (cipolla,aglio,porro,sedano,carota,zucchina,pomodori secchi, zucca-quando è stagione,rosmarino, salvia, prezzemolo, alloro)
      taglio tutto a tocchetti e faccio cuocere per due ore e mezzo a fuoco bassissimo. Frullo tutto finissimo, lascio asciugare ancora un poco e invaso in vasi piccoli (anche da grossi omogeneizzati, per rendere idea). Il sale dovrebbe conservare e se sottovuoto pure, ma io preferisco non riempire i vasetti e surgelarli. Quando li apro li tengo in frigorifero. Ora sono alla fine della scorta e mi sa che attendo la prox stagione prima di rifarlo.
      Il dado di carne, invece, è la ricetta del dado con il bimby
      (300 g di sale grosso
      300 g di carne
      300 g di verdure miste (sedano carote, cipolla, salvia, rosmarino, aglio)
      1 pomodoro (o pomodori secchi)
      30 di vino rosso
      1 foglia di alloro
      io aggiungo qualche grano di pepe
      frullo tutto (tranne il sale) faccio cuocere per 2 ore in pentola (io NON HO il bimby)per 2 ore circa e poi ripasso al mixer. Rimetto in pentola a fuoco bassissimo fino a che si inspessisce. Invaso caldo non riempiendo completamente i barattoli (piccoli della bormioli) poi in freezer (non mi fido a tenerlo in frigorifero solamente, anche se il sale conserva e il sottovuoto pure) e se aperto in frigorifero. Anche questo sono alla fine dell'ultimo barattolo.
      Sono presi da ricette in rete (cookaround e ricette bimby) e rielaborati secondo il mio gusto. Per Dado il mio intendevo fatto da me, sostituisco con casalingo, così non ci saranno più misunderstanding.
      Notte... Nora

      Elimina
  27. Qui in Olanda non ci entro nelle macellerie: un'occhiata ai prezzi e stramazzo!!...non son spettacoli che una signora deve dare di se', ti pare?... Splendide queste scaloppine e nocciole e rosmarino e' uno dei miei abbinamenti preferiti: lo uso spesso nelle zuppe e negli arrosti. Ti abbraccio, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, l'abbinamento nocciole e rosmarino l'ho scoperto da poco, frequentando un po' le trattorie piemontesi e ... mi è piaciuto. Prossimamente posterò gli involtini che ho *imitato* e che cucinano in una trattoria in provincia di Biella... è da lì che mi è venuta l'ispirazione!
      Buona serata e ... totziens!
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.