Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 9 dicembre 2012

UNA PRINCIPESSA NEL PIANETA DELLE DUNE E ... UN GIVEAWAY


Natale è Natale, ovunque…. tranne che in mezzo alle dune.
Arc non ci crede e chiede alla mamma se stanno parlando di un pianeta lontano, come quello del Piccolo Principe, che sta leggendo a scuola.
Perché il Piccolo Principe veniva da un altro pianeta ed Arc lo sa benissimo. La mamma glielo leggeva da quando non aveva nemmeno tre anni e, ogni volta che lo ri-legge, prima assieme a mamma ed ora in classe con i compagni, trova e scopre sempre nuove meravigliose avventure.
Quindi Arc è sicuro: *le dune* è il nome di un altro pianeta!
E su queste dune non c’è un Principe, ma una Principessa: l’Araba.
Questa Principessa è Felice…in Arabia: contenta lei!
E’ felice e furrrrrrbissima. Furbissima con le sue trovate, le torte o i biscotti fatti addirittura con 2 soli ingredienti, nelle teglie, non sporcando nulla.
E’ felice e fa ridere la mamma con i racconti delle sue feste in giardino con tanti invitati stravaganti e mangioni.
Ma a volte però la fa anche arrabbiare. E’ quando ci racconta che le donne del suo pianeta, non sono libere.
Libere di ridere, di ballare, di colorarsi le unghie, camminare per strada da sole…. e sarebbe già grave così…. ma nemmeno libere di studiare, di guidare la macchina, di lavorare per quello che hanno studiato (le poche che l’hanno potuto fare lontano).
In quel pianeta delle dune le donne non sono libere di pensare, di parlare, di farsi visitare da un medico in ospedale.
Non sono libere di curarsi, di vincere l’ignoranza, la segregazione… non sono libere di vivere.
Ad Arc non piace  questo pianeta dove le donne non si vedono… non si sentono… non SONO.
Ma la Principessa è furba, furbissima…. è riuscita a trovare una grotta, segretissima a tutti quelli che guardano, dove le donne vanno a fare ginnastica con lei, a suon di musica… dimenticavo nel Pianeta delle dune la musica è proibita, è peccato.
Ma la Principessa ha il suo antro segreto, e le donne che la frequentano capiscono che *il peccato* non è la musica non sono le note, sono le menti chiuse di uomini che vogliono trovare una scusa… perché le donne siano costrette al silenzio e si senta solo la loro voce e nessuno li smascheri.  

Nel pianeta delle dune non esiste nemmeno il Natale, è proibito, è peccato...
La Principessa muove le donne a suon di musica, festeggia il Natale di nascosto, con la sabbia che non è neve ma se, socchiude i suoi occhi celesti e magici,  si trasforma.
Arc e la mamma fanno il tifo perché questa magia della Principessa, cominci a danzare, attorno al Pianeta e metta in moto le menti, i cuori, le bocche, le mani e le gambe di tutte le donne di tutti i pianeti.
Perché sono tante le donne, sono forti e decise, perché la religione non deve essere paura e frustrazione. La religione, TUTTE LE RELIGIONI, sono un contatto con Dio pur, chiamandolo con tutti i nomi di tutte le religioni, e si arriva a capire che il peccato che il cielo punisce, è dove lo si VUOLE vedere a tutti i costi.
Ecco che ad Arc ed alla mamma piace la Principessa e decidono di far uscire dal loro forno dei Pie piccolissimi ripieni di marmellata.

Decidono di farli per dire alla Principessa tre cose fondamentali che sono come tre desideri espressi ed esauditi:
1 -  che è bello leggere del Pianeta delle Dune, raccontato da due occhi furbi e vivaci come quelli della Principessa, dove pure le brutture subiscono l’incantesimo delle parole,
2 – che  arrivarci è semplice, come seguire il ponte che lei crea tutti i giorni (o quasi) e che viaggia con le parole, con i commenti, con le risposte… e unisce tanti posti e tanti mondi;
3 – che è dispensatrice di incantesimi, furbi, furbissimi che saziano il cuore e la pancia e che fanno esaltar la mamma e godere Arc con le sue merende.
Per andare a trovar la Principessa il biglietto lo si fa qui, con una specie di concorso, per festeggiare il tre anni di questo Pianeta delle dune… e dirle
Si andrà ad estrazione e se non si vincerà… ci sarà stata un’ottima scusa per aver scoperto una favola… ed un nuovo Pianeta.
MINI PIE DI MARMELLATA PERE E ZENZERO.



Ingredienti per la pasta frolla:
(dal libro TORTE E CROSTATE - Mondadori):
250gr farina OO
65 gr. di zucchero semolato
150 gr di burro freddo a cubetti
1 uovo grosso
2 cucchiai di panna fresca
un pizzico di sale.

NB. Con questa dose vengono circa 10 mini-pie da 8/9 cm. di diametro.

Mettere la farina, lo zucchero ed il sale in un robot da cucina con le lame, fino ad ottenere un granuloso.
Aggiungere l'uovo e la panna e frullare il tutto finchè si formerà un impasto.
Rovesciare l'impasto su un foglio di pellicola trasparente. Dargli la forma di un disco del diametro di 18 cm. avvolgerlo nella pellicola e tenere in frigorifero per almeno 30 minuti (max 48 ore).
Stendere la frolla nelle formine (io ho usato quelle in silicone dei muffin) riempirla di marmellata di pere e zenzero (ricetta qui)  e ricoprire con un dischetto di frolla sigillando bene i bordi.

Infornare a 175° forno statico per 15/20 minuti (dipende dallo spessore della *crosta*) quando cominceranno a scurire togliere dal forno.

Lasciare raffreddare su una gratella e servire con un poco di cioccolato amaro fatto sciogliere a bagnomaria con un cucchiaino di brandy.

20 commenti:

  1. Di primo impatto mi viene un po' da piangere, accidenti :-)
    Grazie a te ed Arc per questo magnifico post, e per la magnifica merenda che posso rubare...

    In bocca al lupo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello di Arc è che, oltre che goloso, è pure molto curioso e, come spesso sono i bimbi, ancora convinto che le ingiustizie debbano essere vinte!!! ... come mi assomigliaaaa!!!
      Nora

      Elimina
  2. Adoro questo post e i racconti dell'arabafelice raccontati come se fossero una favola! Ebbrava la mia omonima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arabafelice è una favola! .... o no?!
      Buonanotte e grazie... omonima
      Nora

      Elimina
  3. Risposte
    1. adesso si... raggiungo Arc e posso dormire anch'io!
      Notte anche a te!
      Nora

      Elimina
  4. bellissimo e toccante il tuo post Nora! un meritato tributo ad una persona veramente unica! e il mini pie è delizioso!!!
    bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mini-pie è uno di quelli preferiti da mio figlio!
      Grazie dei complimenti.
      Nora

      Elimina
  5. Adoro questo post e... non è che ti avanzi una mini pie? Baci, carissima, a te e all'Araba Felice

    RispondiElimina
  6. Adoro questo post e... non è che ti avanzi una mini pie? Baci, carissima, a te e all'Araba Felice

    RispondiElimina
  7. Questo post è fantastico e commovente e... non è che, magari, sia avanzata una mini pie da allungarmi di straforo domani? Baci a te e all'Araba Felice: vi adoro entrambe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela... non so come dirtelo.... non sono avanzati!
      Grazie per i complimenti ma è solo un racconto.
      Buonanotte
      Nora
      PS. Prometto che mi farò perdonare... dolcemente.

      Elimina
  8. nooooo che bello! e me l'ero quasi perso! Brava Araba e brava la cantastorie! Ma perchè ripeti due volte il procedimento della frolla? per quelli gnucchi come me? Bacio... una tortina per me grazie! anzi una pieeeeeeeeee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahaha menomalechec'èGiulia!!!! Il tedesco è riuscito a farmi perdere del tutto la testa... e non è buona cosa.
      Infatti non mi ero accorta di avere messo il procedimento ben 2 volte.
      Un po' l'ora (scrivo quasi sempre tra la una e le due di notte) un po' il crucco che infierisce....
      Sistemato Giulia, sistemato...
      Baci
      Nora

      Elimina
  9. giuro non sono ubriaca c'era... non ho bevuto nooooo, solo un pochino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei ubriaca... io sono stordita... due volte.
      La prima perchè non avevo notato di avere inserito doppio il procedimento.
      La seconda perchè credevo di avere cancellato il tuo commento..(questo)...
      ..... hilfeeeeee!!!!!
      Nora
      PS... HILFE= AIUTO (in tedesco, sia mai!)

      Elimina
    2. ridooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!! :)))))

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.