Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

mercoledì 30 gennaio 2013

Le scorte che *evaporano*


Spesso mi capita di avere qualche minuto di tempo in più ed allora lo investo nel preprare scorte o piatti già cucinati da surgelare per poter avere quel margine in più al momento di un invito all'ultimo minuto.
Solitamente si parla soprattutto di teglie di lasagne, il più delle volte quelle al sugo di carne ma, specie in questa stagione, mi piace tener a portata di ... bocca, una teglia o due di quelle ai carciofi.
La pasta, è presto detto, la faccio spesso a volte con l'aiuto dell'impastatrice ma, specie quando sono molto nervosa (e capita, uuuuuhhhhh se capita!)... a mano dato che la forza e l'energia che si mettono nell'impastare sono la miglior cura antistress che esista.
I carciofi mi piacciono tantissimo e sono pure (dicono) una fonte di ferro per me che non lo assimilo troppo sin da bambina.
Quindi, quando è stagione e trovo sul mercato quelle belle offerte del tipo *10 carciofi 5 euro*, e verificato che sono belli sodi, ne faccio borsate e preparo quelle che a me personalmente paion le più buone lasagne vegetariane.
Per prepararle come si deve non si deve avere fretta, anche perchè non si tratta solo di far la pasta, ma di considerare il tempo di pulitura dei carciofi.

Tra l'altro, se il gambo è bello sodo, io uso anche *l'anima* cioè la parte bianca del gambo mondata dalle fibre esterne e cucinata assieme alla parte del fiore.

L'unico problema è che questo genere di scorte, se si sparge la voce, ... evaporano! Quindi il mio consiglio è di tener segreta la loro esistenza, altrimenti entrate nel loop ... :-)


LASAGNE AI CARCIOFI



Per il condimento (in pratica la ricetta del sugo ai carciofi pubblicata qui)
Dose per 4 persone:10/12 carciofi puliti (bene) (se serve utilizzare pure le *anime* dei gambi sodi)
2 spicchi di aglio
2/3 cucchiai di olio EVO
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 mestolo di brodo di verdura
1 cucchiaio di capperi dissalati (piccolissimi e lavati bene)
un ciuffo di prezzemolo tritato finissimo.

Parmigiano Reggiano gr 150/200 grattugiato

Tagliare i carciofi a listarelle sottili, a rondelline i gambi, e farli saltare allegramente con l'olio EVO, i capperi, gli spicchi d'aglio.
Sfumarli con il vino bianco e, quando sarà evaporato, aggiungere un po' di brodo, i capperi, chiudere il coperchio ed abbassare al minimo la fiamma.
Se tagliati finemente, non ci metteranno più di 10 minuti a cuocere.

Togliere la padella dal fuoco,aggiungere il prezzemolo tritato e frullare con il frullatore ad immersione metà dei carciofi (gli altri li mettete in un piatto e li tenete in caldo) e gli spicchi d'aglio. Aggiustare di sale e tenere da parte.

Ingredienti per la pasta:
200 gr. farina 00
2 uova intere

Mettete sulla spianatoia la farina facendone una fontana, rompere al centro le uova e mescolate con la forchetta. Aiutandovi con la forchetta fate assorbire pian piano le uova alla farina e poi cominciate ad impastare (con la parte alta del palmo si fa più pressione!) fino a che l’impasto diventerà  uniforme, morbido ed elastico. Avvolgete il panetto con la pellicola e fatelo riposare almeno 1 oretta.

Stendere la pasta sulla spianatoia facendo attenzione a tirare la sfoglia sottile tanto da far intravedere le dita quando la alzate.  Ritagliare dei rettangoli non troppo grossi  io preferisco non farle troppo grosse le sfoglie… si gestiscono meglio in fase di “composizione".

Cuocete per un paio di minuti la pasta in abbondante acqua salata. Toglierla dall’acqua bollente, tuffarla in una bacinella di acqua fredda (si ferma la cottura) e lasciarla asciugare su un canovaccio pulito.

Ingredienti per la besciamella
500cc di latte

50/60 gr di burro
50/60 gr. di farina
Sale q.b.

E’ il momento di preparare la besciamella facendo tostare farina e burro in un padellino antiaderente. Aggiungere il latte caldo, mescolando in modo da non formare grumi, aggiustare di sale. Fare rassodare la besciamella e toglierla dal fuoco quando avrà la consistenza di un semolino leeeeentooo!

Lasciarla raffreddare ed aggiungere il sugo di carciofi passato.
A questo punto montare la lasagna partendo dal fondo di una teglia imburrata.
Versare uno strato di besciamella, le sfoglie di pasta, di nuovo besciamella, qualche fettina di carciofi interi, una bella cucchiaiata di Parmigiano Reggiano e poi si ricomincia con gli strati di pasta. Terminare con la besciamella il formaggio e una generosa spolverata di Parmigiano.

Infornare a 175°C nella parte centrale del forno per circa 20/30 minuti (dipende dal forno e dalla grossezza della teglia) e togliere quando si sarà creata una crosticina in superficie.

Togliere dal forno, lasciare riposare 5 minuti e poi servire calda.



6 commenti:

  1. Amo i carciofi almeno quanto odio pulirli, percui non li cucino mai, o quasi.
    Ma la tua lasagna l'assaggerei eccome!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che anch'io il doverli pulire, ma poi mi metto a pensare quante buonissime pietanze mi escono dalle dita... che quasi non mi ricordo per che mi lamentavo!
      Queste, comunque danno tanta soddisfazione. Le prime volte mettevo la besciamella *in purezza* ma da quando la mescolo con i carciofi frullati... beh... tutta un'altra musica.
      Buona giornata e.... che invidia i fagiani!
      Nora

      Elimina
  2. Indovina cosa sto cucinando per stasera? Con l'approvazione di tutta la famiglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe... di queste puoi fare anche la versione KASHER senza latte e senza formaggio.
      La besciamella la fai con il brodo di verdure (magari fatto con le foglie di carciofo assieme alla solita verdura) ed è buono istess.
      A presto Chef!
      Nora

      Elimina
  3. Non me lo dire, altro che scorte....o nascondo la roba o non trovo nulla! Calcola che per diversi motivi posso andare a far la spesa solo una volta a settimana, se ci si mettono anche i furti posso fare la fame :-D

    Detto questo la tua lasagna mi fa molto rimpiangere di non trovare carciofi da queste parti :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senti... facciamo che te li invio come *mazzo di fiori di campo*.... dici che ti arriverebbero in tempo?
      Bacioni
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.