Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

lunedì 4 febbraio 2013

DEL DONO DELL'UBIQUITA' E DI MUFFINS AL LIMONE E SEMI DI PAPAVERO... LEGGERI!




Sarà il periodo invernale che manda un po' in letargo l'ultimo Highlander (inteso come neurone direi che il nome *c'azzecca*!), ma faccio sempre più fatica a tirare sera.
Nel senso che di cose ne faccio mille e una ma, mentre prima mi riusciva di scrivere sul blog anche fino a tarda sera (diciamo prima mattina, è più realistica come affermazione) ora mi trovo a rincorrere le *code* della giornata fino a tardi... e a dover ritagliare il tempo per cercare di far *coesistere* più attività.
Faccio un esempio semplice semplice, affiancamento attività scolastiche di ARC, ultimamente si abbinano a:

- divisione biancheria bianca e colorata prima del carico della lavatrice in abbinamento con ripasso storia Babilonesi Assiri e compagnia cantante (e qui,di solito, casca il calzino colorato in mezzo alle lenzuola e i Babilonesi sono la causa delle mutande rosa del Martirio);

- stesura panni (o ritiro panni dipende dal *giro*) in abbinamento con ripasso scienze o geografia (qui invece ritrovo il calzino perduto - l'altro - nel fondo del cesto della biancheria da stirare ... magari dopo 1 settimana!);

- tragitto supermercato-casa interrogazione su vocaboli in Inglese e brevi conversazioni *in English* (con conseguente strabuzzamento d'occhi della signora anziana in coda davanti a noi alla cassa e figura guadagnata di mamma scassamaroni - nota in tutto il quartiere - con tanto di sguardo pietoso alla povera piccola vittima ... che ci gongola!);


- preparazione della cena con ascolto CD conversazione inglese o stesura tema per italiano (qui invece manca il sale, oppure ce n'è troppo e finisce a *...la prossima volta ci porti fuori tu così terminiamo di studiare e basta!*)

Matematica no. Quella è tutta di Papi ... il Martirio (eccheccavolo un po' per uno in groppa all'asino!!!)

Ma uno spazio me lo lasciano: quello per preparare la merenda al piccolo... che sia mai che LUI perda le energie!!!!

Muffins limone e semi di papavero … con lo yogurt.

Ingredienti
(per circa 10 muffins)
250 gr di farina 00
125 gr di yogurt – un vasetto – (io Chantilly.. ma va bene anche vaniglia o bianco)
100 gr di zucchero di canna
60 gr. olio di semi
2 uova medie
1 limone non trattato piccolo (succo e scorza)
1 bustina di lievito
1 cucchiaio pieno di semi di papavero

Accendere il forno a 175°C.
In una ciotola capiente montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere una massa chiara e spumosa (non demordere… insistere almeno una decina di minuti).
Aggiungere lo yogurt continuando a montare e successivamente unire l’olio di semi ed il succo di limone.
Setacciare la farina con il lievito aggiungere la scorza grattugiata del limone ed i semi di papavero ed unirla al composto di uova sempre mescolando con le fruste elettriche.

Versare il composto nelle forme da muffins (rivestite con i pirottini di carta così saranno più carini ;-) )
Infornare nella parte centrale del forno e cuocere per 25 minuti. Fare la prova stecchino, se esce asciutto …. Sfornare e lasciar raffreddare bene.

                                                               


11 commenti:

  1. Solo a leggere ho perso tutte le energie :-) me ne servirebbero un paio...d'altronde non vado a scuola pure io? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che vai a scuola pure tu! Te li meriteresti eccome!!!
      Le energie io è da mo che le ho perse, ma mi tocca farmele venire ... volente o nolente Show must go on!!!
      Nora

      Elimina
    2. Apro una parentesi.. ma uno scambio in natura no?! Anche le tue ciambelline come energizzanti mi starebbero bene e di molto!!
      Nora

      Elimina
  2. Beata te che, comunque, il calzino lo ritrovi... Io mai!
    P.s. Anche io ieri sera merenda per pargolo n. 3... ed è venuta una meraviglia. MA quatto siamo felici noi mamme con queste piccole cose?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che lo ritrovo sempre troppo tardi..
      Le merende per i nostri cuccioli fan felici anche noi perchè (non so te) ma io mangioooooo!!!!
      Bacissimi Vincitrice!!!
      Nora

      Elimina
  3. E se nonostante tutte queste attivitá portate avente simultaneamente, da far concorrenza a una squadra di nuoto sincronizzato, ti esce anche il tenpo di sfornare queste meraviglie qui, cara omonina..mi inchino di fronte a cotanta organizzazione!
    Certo che noi donne siamo davvero esseri speciali: nessuno (leggi nessun uomo) è bravo quanto noi a riuscire a gestire, non due, ma piú attività allo stesso momento, continuando a parlare - o a ripetere la lezione del giorno dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene Ele, nessun *UOMO*
      UOMO = XY .... DONNA = XX.... manca un pezzo mica per altro!
      I dolcetti in questione sono velocissimi da fare e, credimi, oramai li faccio ad occhi chiusi. Il problema è che li mangio pure ad occhi chiusi e per la mia linea (tonda) non va bene!
      Nora

      Elimina
  4. a) voglio andare a scuola, solo per la merenda...
    b) non hai idea dopo i babilonesi che ti aspetta...però però io era bravissima in matematica!
    baci, comunque noi donne siamo davvero multitasking!
    buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a) voglio tornare a scuola anch'io. C'è sempre tanto da imparare, così tanto che non basta tutta una vita. Poi con le merende buone sta bene anche il cervello. E pensare che nella mia cartella ci sono sempre stati o pavesini o crackers...
      b) dopo i babilonesi abbiamo cominciato con gli Egizi e non hai idea di quante domande fa il piccolo!!! Meno male che a me la storia antica ha sempre affascinato e riesco a star al passo.
      Per la matematica delego il Martirio... è lui il Pitagora di casa... io sono più per le materie umanistiche. Anche questa è divisione dei compiti.
      Baci bella donna, e buonanotte.
      Nora

      Elimina
  5. La soluzione esiste...si tratta della balconata...si piantano delle spendide piantine che al sole danno altrettante splendide foglioline...da consumare in decotti, dolci, zuppe...
    Alcuni le fumano...ma a me l'usanza non piace...
    Ah una cosa non farle vedere ai vicini...potrebbero essere gelosi e chiamare le forze dell'ordine! :P ahahahahahaha
    Scherzi a parte...questi muffin sono davvero una bella botta di energia...magari nn si fumano ma va benissimo così! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io le ho messe persino nel gelato... e la promessa di redenzione non è stata mantenuta.
      Resto quindi nella solita baraonda dispersa tra la babilonia dei calzini perduti.
      Ma la botta di energia non nego di concedermela anch'io, sempre per la buona abitudine di testare sempre la qualità di ciò che produco... non per gola... sia mai!
      Se passi da Milano potrei pensarne un tipo speciale, magari a base di una fogliolina che tanto ambisci....
      Buona giornata
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.