Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

giovedì 21 marzo 2013

E' primavera?Hola chicas: Vignarola e Fideuà per l'MTChallenge



21 Marzo: primo giorno di Primavera. 
Non sembra nemmeno vero, fa un freddo che entra sotto la pelle, raggiunge le ossa e lì si impianta. Domenica poi ha persino nevicato e la neve è scesa lenta ed inesorabile sino a lunedì, portando indietro il calendario... sembrava di essere a Dicembre!
Pensare che solo Sabato scorso ho colto le primule nel prato della casa di montagna!
Poche, vero, ma aperte ai primi raggi che le carezzavano... e le ho mangiate! Ma di ciò ne parleremo un'altra volta.
Nell'angolo dell'orto, la parte più assolata del mio terreno, comincia a spuntare la mentuccia selvatica e, qualche fogliolina, l'ho portata a Milano, nel vano tentativo di tenere vicino la Primavera (e con il richiamo del Mojito).
Ora devo introdurre la mia seconda proposta per la gara mensile dell'MTChallenge: la Fideuà proposta da Mai.
La prima è stata un'intuizione mentre passavo davanti al banco del pesce sul mercato di Biella... e pure la seconda!
Già: sui banchi cominciano a far capolino i primi accenni della Primavera. Piselli e fave, cipollotti freschi,  Speravo di trovare gli asparagi selvatici in un banco piccolino dove solitamente vendono le erbe selvatiche e le verdure di coltivazione biologica (VERA), ma non li ho trovati.

In compenso ho trovato tre bellissimi carciofi romaneschi che sono finiti nella sporta... e l'idea si faceva certezza: Primavera uguale Vignarola .... Vignarola con pasta.... e... perchè no? ... Fideuà e vignarola!


Il brodo di verdura, in fondo è solo da arricchire, magari con i bacelli dei piselli che sono tenerissimi, proprio come si fa per il riso con i piselli.
Mancherebbe la salsa e per quella un cesto pieno di ceci secchi mi ricorda che l'hummus ... come quello che fa Michela di Beteavon... ci starebbe bene.
Quindi, mentre riprendiamo la strada di casa con un carico di verdure (e di NON pesce), mi si scrive da sola, in un angolo della mente, la seconda proposta per la gara di MTChallenge di Marzo:

FIDEUA' TRA LE VERDURE DI UNA VIGNAROLA
Ingredienti per 3 persone:

Per il brodo:
1 cipolla piccola
1 carota grossa
3 gambe di sedano con le foglies
i bacelli dei piselli
1 spicchio di aglio
Sale

Mettere a bollire la verdura in una pentola coperta per almeno 1 ora e mezza. Filtrare poi i brodo e tenerlo in caldo.









Per la pasta:
gr. 250 di spaghetti tagliati a pezzi di 2/3 cm.
gr. 400 piselli in bacello
gr. 400 di fave in bacello
3 carciofi romaeschi
2 cipollotti piccoli
1 porro piccolo
1 spicchio di aglio
1 limone (per sbianchire i carciofi)
Olio EVO
Pepe

Tagliare gli spaghetti a pezzetti lunghi 2/3 cm. e tostarli nella paellera con 2 cucchiai di olio EVO.

Pulire i carciofi togliendo il fieno e tagliandoli a fette e mettendoli a bagno man mano in acqua acidulata con limone.
Affettare sottilmente i cipollotti, il porro. Mondare i piselli e le fave e sbollentarli nel brodo di verdura per 5 minuti.
Tritare finemente lo spicchio di aglio.
Mettere in padella 2 cucchiai di olio EVO, il porro, il cipollotto e l'aglio tritato.
Aggiungere i carciofi e 1 mestolo di brodo caldo. Lasciar cuocere per 10 minuti. Aggiungere i piselli e le fave sbollentate ed un mestolo di brodo. Far cuocere coperto per altri 10 minuti.
Aggiungere gli spaghetti e far cuocere aggiungendo poco brodo per volta a pentola scoperta.

A cottura quasi ultimata, aggiungere le foglioline di mentuccia spezzettate con le mani, spegnere e coprire lasciando finire la cottura a fuoco spento.

Per l'Hummus di ceci (da ricetta di Michela Beteavon)
  • 250 gr di Ceci lessati
  • 2 Spicchi di Aglio schiacciati
  • 2 Cucchiai di Tahina
  • Succo di 1 Limone
  • Sale q.b.
  • Paprica, Prezzemolo e un Filo d’Olio EVO per decorare

  • Frullare i ceci ben lessati, la tahina, il succo di limone, gli spicchi d’aglio schiacciati e il sale fino ad ottenere un composto omogeneo abbastanza denso. Se risultasse troppo denso, aggiungere qualche cucchiaino d’acqua. Servire in una ciotola e decorare con il prezzemolo tritato, un pizzico di paprica e un filo di olio d’oliva extra vergine

    Servire caldo

    Per costringere il Martirio a *digerire* anche la verdura (sia mai che faccia troooooppo bene), pur sapendo di rischiare l'esclusione...ho dovuto guarnire il suo piatto con le scaglie di Parmigiano oltre al cucchiaio di Hummus.... ed ha pure avuto da ridire .. perchè gli spaghetti erano spezzati... sti XY!


    Con questa seconda proposta partecipo alla sfida di Marzo 2013 dell'Mtchallenge.





    30 commenti:

    1. Magnifica ricetta tra inverno e primavera verdeggiante e magnifiche foto - la prima è caravaggesca, veramente bella!
      Anche qui due sabati fa si girava senza giacca e ora è di nuovo inverno...

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Fortunatamente il tempo sembra essersi rimesso... e sui banchi degli ortolani la primavera sta arrivando!!!
        Bacioni
        Nora

        Elimina
      2. ...peccato solo che qui i carciofi arrivino... ad agosto! non scherzo... non ho idea di dove diamine li coltivino. Magari in Sudafrica...

        Elimina
    2. Come vedrai presto abbiamo avuto un'ispirazione simile, ma non uguale, per la salsa ;-) il piatto è splendido, il Martirio non aveva nulla di che lamentarsi!!!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Nulla?! E gli spaghetti rotti... ed è verde... e la verdura non mi piace... e voglio le scaglie di grana... il tutto intervallato da ciomp ciomp ciomp....
        Unico ad essere triste Andrea... era malato e a dieta in bianco... ma poi si è rifatto!!!
        Nora

        Elimina
    3. Complimenti ragazza, mi piace questa tua versione tutta primaverile!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Piace da morire anche a me... e mi sa che replico!!
        Nora
        PS...

        Elimina
      2. PS... ACCIDENTI AL DITO A BUCCIA DI BANANA...
        PS, dicevo, mica male anche la tua!!

        Elimina
    4. E' vero: la vignarola sa di primavera! E di hummus sarei capace di mangiarne quantità imbarazzanti. L'abbinamento dev'essere stato spettacolare!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. E' tutta colpa di Michela... è diventata una droga! Penso che sarei capace di mangiarlo anche a colazione al posto della marmellata!
        L'abbinamento era speciale... ma io sono di parte!
        Nora

        Elimina
    5. Guarda oggi qui c'è il sole, ma tira un vento che preferirei la pioggia piuttosto.
      Venendo a questa tua versione di Fideuà...direi proprio che martirio l'unica cosa che avrà potuto fare sia stato leccarsi i baffi e la pentola..come sempre del resto ;) ...baci Flavia

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Brontolando brontolando.... lo ha fatto!
        Non ama le verdure ma così sono riuscita a rendergliele meno ... indigeste!
        Meno male che comincia a vedersi la fine del tunnel invernale... sono stufa di pioggia e neve!
        Nora

        Elimina
    6. grande nora! hai fatto un lavoro pazzesco, brava brava davvero!!!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ciao Cristina!!! Macchè ho solo fatto una vignarola e ci ho condito la pasta.
        Baci bella signora
        Noraù

        Elimina
    7. questa tua versione mi ha fatto venire fame da capo mattina!!
      un bacio cara.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Terry, sapessi: io la fame ce l'ho sempre!!!
        Buona serata
        Nora

        Elimina
    8. che bontà. ti seguo, passa a trovarmi se ti va

      http://muchoney.blogspot.it/

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie... un saltino lo farò anch'io.... a presto!
        Nora

        Elimina
    9. wwow stavolta il pesce NON c'è :-D

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Si... ma ha voluto il formaggio.... vedi te!
        Nora

        Elimina
    10. Nora, sei sempre molto originale, sei bravissima a mescolare tradizione ed esotico e a rendere tutto personale!

      E poi leggere i tuoi post è sempre bellissimo :)

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Vale... in fondo la tradizione romanesca della vignarola non è poi così diversa dalle padellate di verdure delle campagne catalane.
        Ovvio che quella di pesce è la più completa ma, per chi ha bisogno di un piatto unico leggero e salutare, ecco che questa versione soddisfa tutti.
        Nora

        Elimina
    11. nora, scusami... ho perso tutti i commenti che avevo lasciato ieri (ma si può?????) e ora arranco, in rincorsa. Intanto, prima cosa: in concorso. Il formaggio può essere usato come complemento di un piatto oppure nella salsa. E va bene anche come persuasore poco occulto,per invogliare i mariti a sacrificarsi a mandar giù un boccone di questi piatti veloci, per nulla pensati, che si preparano in due minuti, no? :-) :-)
      a volte penso che una settimana di 4 salti in padella non farebbe male, ai nostri consorti...
      Per il resto, concordo con Valentina, qui sopra- che ha scritto le cose che ti avevo lasciato ieri: non è facile, avventurarsi in questi mix, perchè bisogna saper dosare con perizia un sacco di cose, fra cui anche la conoscenza di tradizioni e di sapori non così familiari come quelli di casa. E tu ci sei riuscita, alla grande!
      scusami ancora per l'imbecillità (ormai, una costante, ma tant'è...)

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Ora, non ci giurerei che i commenti che non si sono visti ieri siano colpa della imbecillità di nessuno. Non so a voi, ma a me blogger sta facendo venire il latte alle ginocchia.
        Lungo, impreciso, da un sacco di errori.
        Poi mettici magari un periodo che non è proprio dei più leggeri della tua vita...
        Mi fa piacere che ti piaccia la mia versione, il fatto è che ne avrei una nuova pronta fatta giusto giusto ieri sera e una che mi piacerebbe eseguire in settimana (sempre di riuscire a trovare le spezie che voglio utilizzare senza saccheggiare la dispensa di Michela.... ;-)... e qui dovresti capire dove vorrei andare a parare.
        La vignarola è più romanesca come tradizione ma l'ho sposata subito, appena me l'hanno insegnata! Le erbe aromatiche poi mi piacciono tantissimo (e guai a chi dice ... non solo quelle)
        Cerca di riposare e ritagliati uno spazio per dedicarti a te... il tempo indietro non torna!!
        Nora

        Elimina
    12. stupenda, punto!
      anche la salsa mmmmhhhhhh......
      Grande Nora!!!
      Cris

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Grazie Cris! Pasta e verdure, in fondo!
        Bacioni
        Nora

        Elimina
    13. Lo sai che quando l'ho vista ho fatto subito "mi piace"...!
      Lo sai che trovo che abbinarci i carciofi sia una idea molto azzeccata!
      Lo sai che mi piace proprio tanto!
      E lo sai che aprezzo e ammiro tantissimo, chi deve cercare ogni giorno di superare degli ostacoli come fosse una gincana, per poter alimentare i suoi anche se questi detestano qualsiasi cosa...?

      Meritate veramente una medaglia!

      Grazie Nora!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Lo sai che mi fai diventare rossa con i tuoi commenti??
        Ma rossa davvero! Poi a me piacciono tantissimo i carciofi e mi pareva bello poterli abbinare alla tua fideuà.
        Besos y gracias
        Nora

        Elimina
    14. non ho per niente dmestichezza con gli ingredienti "strani". Mi sa che devo prendere ripetizione dalle due cheffe esperte (michela e nora). Chissà se danno lezioni????
      baci, ormai il carciofo è un po' una firma!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Prontissima per dar ripetizioni ma a te non servono di sicuro!
        Poi non vedo mica tante stranezze, se non una salsa che da dipendenza!!
        Bacioni
        Nora

        Elimina

    Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.