Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

venerdì 28 febbraio 2014

UN ARROSTO CHE SA DI SOLE E DI SICILIA... PER IL #GFFD



Due giorni.
Due giorni e finalmente una settimana di ferie!
Ho quasi paura a dirlo. 
La scorsa estate è durata un respiro ed era già passata e lontana.
Nel periodo natalizio, complice il lavoro, non sono riuscita a godermi la mia famiglia se non per un paio di giorni (santificati!) trascorsi anche quelli in un soffio.
Ora mi è giusto rimasto *un soffio di fiato* e, con tutte le congiunzioni astrali (e non) favorevoli, riesco finalmente a prendermi una pausa.
Arc è felicissimo di allontanarsi da Milano (e dai compiti!) e pure il Martirio ha bisogno di staccare dal logorio della vita moderna.
E' sorto il problema di dove andare....
*Non nella casetta gialla: ho bisogno di riposare e voglio mettere le gambe sotto al tavolo*
Questo è stato il mio vincolo!
Da qui si sono svariate possibilità:
1 - Londra. 
     Naaaa si vola (Martirio) Volendo si nuota (Io  sarcastica)

(Arc capisce l'antifona e s'invola... tanto a lui interessa soprattutto partire!)

2 - Montagna in Albergo. 
     Naaaaa,  non ho voglia di rimettere gli sci (Martirio). In camera con gli sci 
     la vedrei dura (Io leggermente nervosa)
3 - Egitto così Arc vede qualche tempio di quelli che ha appena studiato.
     Naaaaaa, ci sono ancora sommosse ed agitazioni e non sarei tranquillo 
     (Martirio). E poi si vola (Io nervosa e sarcastica)
4 - In Umbria dai nostri Amici.
     Silenzio..... (Martirio)
     Hai sentito? (Io diffidente ma NON sarcastica)
     Si, speriamo ci sia ancora l'appartamento della volta scorsa (Martirio)

Eccomi qui, ultimo giorno di lavoro, un fine settimana di festival del #cosamiportochenonsochetempocisarà nettamente in contrasto con i diktat del Martirio #nonportarelacasachetantoriportituttopulito.... 

Venerdì.

Urca! Il venerdì è Gluten Free!!!!! Beh l'arrosto di domenica ci sta proprio bene, poi gli agrumi di sicilia usati per dar profumo, sono siciliani come Stefania che mi ha trascinato nel girone del *Gluten Free FriDay*.
Quindi?

LONZA ARROSTO CON AGRUMI E ROSMARINO.



Ingredienti (per 4 persone)

500 g di Lonza di Maiale
1 Arancia non trattata
1 Limone non trattato
1 Rametto di rosmarino fresco
1 bicchiere di vino bianco secco
1 cucchiaino di estratto di carne (in alternativa potete usare mezzo dado)
2 cucchiai di olio EVO
1 noce di burro

per la salsa
1 cucchiaio di burro
1 cucchiaio di MAIZENA 

Con un pelapatate o un coltellino molto affilato, togliere la buccia dell'arancia e del limone (senza la parte bianca che sarebbe amara).
Tritarle assieme alle foglioline di rosmarino fresco molto finemente.


Rosolare la carne con l'olio ed il burro in un tegame molto alto facendo attenzione di sigillarlo molto bene da tutte le parti.

Aggiungere il vino bianco ed il cucchiaino di estratto e far sfumare a fuoco vivo.

Aggiungere le scorze ed il rosmarino grattugiati, abbassare la fiamma al minimo e, aggiungendo un po' di succo di arancia, coprire con il coperchio.



Cuocere coperto a fuoco bassissimo per 1 ora e 45 minuti circa avendo cura di girare spesso il pezzo di carne e aggiungendo succo d'arancia se serve.

Far dorare l'arrosto alzando la fiamma e scoprendo la pentola, sempre girando l'arrosto, per una decina di minuti.

Togliere la carne dal tegame e deglassare il fondo con succo d'arancia e con un roux freddo (1 cucchiaio di burro mescolato con 1 cucchiaio di MAIZENA ).

Appena la salsa comincerà a tirare (condensarsi), spegnere il gas, togliere dal fuoco il tegame.

Scaloppare l'arrosto su un piatto di portata e napparlo con la salsa calda.

Con questa ricetta partecipo al #GFFD 




15 commenti:

  1. Sono contenta della vostra partenza, avrei bisogno anche io di una vacanza… Divertitevi e riposati (soprattutto!!!)
    E ora veniamo alla ricetta. Purtroppo la farina non è adatta ai celiaci, quindi o aggiungi che per i celiaci si deve usare la maizena e che il dado deve essere adatto ai celiaci, o altrimenti, ahinoi, non possiamo gustare questa bontà :/
    Ritorno presto a vedere la ricetta. Per adesso ti inserisco con l'asterisco … :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un'oca! Lo ammetto! Pensa che il più delle volte uso la Maizena perchè resta tutto più morbido e setoso.... ribadisco.... sono un'oca!
      Comunque ho modificato subbbbito.
      Baci
      Nora

      Elimina
  2. Di arrosti come questo non ci sono mai abbastanza ricette!
    Buona vacanza e a rileggerci al tuo ritorno, sempre tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Vi seguirò da lontano.... ma ritorno neh!!!!
      Tanti sorrisi.
      Nora

      Elimina
  3. Noi siamo riusciti a strappare un fine settimana (ma proprio solo fine settimana) sulle Dolomiti, giusto il tempo di dimenticare un attimo il grigiore dell'ufficio e mangiare una fetta di strudel...
    Buona vacanza!
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, magari in una di quelle pasticcerie da sogno!
      Io sarei andata in montagna ma.... ho un Martirio!
      Scherzi a parte la fuga da questa grigia realtà è già un dono e poi andremo in una zona bellissima con amici carissimi.
      A presto
      Nora

      Elimina
  4. Bello una vacanza.e allora buona vacanzaaaaaaa !!
    Questa ricetta salva cene e salva tutto e ha i miai amati agrumi.
    E grazie per esserci sempre al Gluten Free Friday anche nome di tutta la redazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi che mi date l'opportunità di pensare ad una cucina uguale per tutti... ma proprio TUTTI.
      Purtroppo il prossimo venerdì *salterò* l'appuntamento... in vacanza non mi sarà possibile connettermi tutti i giorni. Ma torno neh!!!
      Nora

      Elimina
  5. direi che trascinarti in questo girone dei golosi ma senza glutine ha portato bene...piatto squisito! buone vacanze allora...ps. ha ragione tuo marito...tanto il 90% torna a casa pulito ed intono :-) ciauuuuu Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia!!!
      Ha ragionissimo il Martirio ma.... non diciamoglielo va!
      Buona giornata.
      Nora

      Elimina
  6. Il nuoto sarebbe stato il giusto contrappasso per la perdita che li M. ti ha costretto a subire! In umbria piove sempre quindi l'abbigliamento somiglia a quello di Milano... quanto all'arrosto, parla da sé...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi la pagherà ....la perdita. Fidati!
      Intanto vado ad interrompere un po' la routine.
      Ora l'arrosto è uno dei tanti modi di proporre la lonza o l'arista di maiale che così com'è, è un po' scipita.
      Aspettando le tue ferie....
      Nora

      Elimina
  7. via, forse avrei preferito londra, ma anche una vacanza in umbria mica male...
    come questa buonissima lonza gluten free!
    bravissima e grazie per aver partecipato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avrei preferito volare a Londra... è il verbo che non piaceva al Martirio.
      Scherzi a parte, ferie sono ferie.... ed ho già tanti progetti per passarle al meglio.
      A presto
      Nora

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.