Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 22 marzo 2015

Quiche al quartirolo con nidi di agretti e uova di quaglia per #MTC46 e per il mio Amore.



Dalla Resurrezione del mio ultimo neurone era rimasta esclusa una proposta per la Sfida n. 46 di Mtchallenge.
Ussignur, Flavia di Cuocicucidici sicuramente non se ne sarebbe dispiaciuta visto il tour de force che le avevo fatto fare con il mio *poker* qui, ma credo me la perdonerà!
Non è nulla di speciale: una quiche fatta in maniera semplice per chi ama le cose semplici ma sane.
Non avevo trovato gli ingredienti e me ne dispiaceva perché era una preparazione da poter proporre sicuramente sulla tavola di Pasqua. 
Niente da fare: gli agretti li avevo trovati ma non avevano una bella faccia; le uova di quaglia invece non le avevo proprio trovate in nessuno dei miei negozi preferiti.
Poi, come per magia, ho trovato entrambi gli ingredienti in un negozietto vicino casa di un'amica e, manco a dirlo, non me li sono fatti sfuggire.
Agretti perché mi sono sempre piaciuti, da quando Mamma me li faceva saltati in padella da bambina.
Quartirolo perché sono Lombarda deep inside, e questo latticino mi piace da sempre. Piace a me e ad Arc che me lo ruba letteralmente dal piatto.
Uova di quaglia perché fanno una bella figura in tante ricette, perché con la Pasqua in arrivo volevo un'alternativa alle pasqualine fatte mille volte.
Poi domenica il pranzo per festeggiare in famiglia il compleanno del *giro di boa* del Martirio e.... presto fatto: quiche a forma di cuore perché, Lui sarà anche il Martirio, ma mi fa battere sempre il cuore.
Quindi questa la dedico a lui, Lombardo DOCG come me, e che si è assunto con me il compito di creare un nido assieme!

Auguri anche da qui (pur se in ritardo)!

Con questa ricetta partecipo alla Sfida n. 46 di MTChallenge.



QUICHE AL QUARTIROLO CON NIDI DI AGRETTI E UOVA DI QUAGLIA.


Ingredienti per la pasta brisée


Ingredienti per il ripieno:


Versate la farina a fontana sulla spianatoia mettendo al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, che mescolerete velocemente con la punta delle dita.

Incorporate la farina poco per volta, lavorando l’impasto finché avrà una consistenza grumosa.

Aggiungete il latte incorporandolo con la punta delle dita finché comincerà a formarsi l’impasto.

Lavorate l'impasto per 4 o 5 volte, finché sarà liscio. 

Formate una palla che riporrete in frigorifero avvolta nella pellicola fino al momento di utilizzarla.

Togliete la pasta dal frigorifero, infarinate il piano di lavoro e stendetela con il mattarello dando una forma rotonda regolare. Questo si ottiene girando spesso la pasta da stendere di 90°.

Imburrate ed infarinate una tortiera e adagiatevi la pasta facendola sbordare leggermente. Ritagliate con attenzione i bordi, foratela, stendete un foglio di carta da forno dove metterete dei pesi e cuocetela in bianco in forno a 180° per circa 15 minuti. 

Mondate gli agretti dalle radichette, lavateli molto bene sotto l'acqua corrente e fateli saltare in una padella per 10 minuti con 1 spicchio d'aglio e 2 cucchiai di olio EVO, fino a che si saranno ammorbiditi. Copriteli e lasciateli raffreddare.

In una ciotola capiente sbriciolate il Quartirolo, versate le due tazzine di panna, l'uovo intero e mescolate bene. Versate i composto nel guscio raffreddato della quiche.


Aiutandovi con una forchetta formate 6 piccoli nidi che appoggerete sulla torta avendo cura di creare un incavo al centro. Per mantenere questo spazio durante la cottura formate 6 palline con un foglio di alluminio ed adagiatele al centro.

Rimettete in forno per 20 minuti. Togliete dal forno, rimuovete le palline di stagnola e, aiutandovi con una tazzina, versate in ogni incavo 3 uova di quaglia sgusciate. Infornate nuovamente per circa 5 minuti (il tempo di far cuocere le uova di quaglia).


Lasciate intiepidire. 


22 commenti:

  1. Questa è proprio pasquale. Il tuo maritino è proprio un uomo fortunato.
    Sai che non ho mai mangiato le uova di quaglia però? Devo assolutamente rimediare a questa mia lacuna. Passo da te o è già finita?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finita da quel dì, Chiara! In compenso le uova di quaglia le ho usate spesso. Sono decorative e rendono bene nelle torte salate.
      Baci piccina!
      Nora

      Elimina
  2. Dai, facciamo le Lombarde fino in fondo e chiamiamoli "barbe di frate" (che è più divertente!!).
    Li ho comprati anch'io sabato e adesso mi aspetta l'odioso compito di pulirli....
    Claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lombarda e pro-barba di frà forever! Ho assaggiato proprio ieri un filetto di maiale con la barba di frà che era un miracolo!!!!
      A presto
      Nora

      Elimina
  3. Se non sapessi che sei nella bella Liguria e che questa quiche bella bella bella è già finita da moh..ecco come Chiara qui sopra sarei già dietro la porta di casa tua e sarebbe stato un gran peccato che questa chicca con gli agretti, il Quartirolo e le uova di quaglia non fosse all'MTC...brava Nora e tanti auguri a tuo marito che sarà molto orgoglioso di te :* ..baci Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Flavia, facciamo così: se passerai da Milano in stagione di agretti, te la preparo!
      Grazie e kisses anche a te.
      Nora

      Elimina
  4. bella e, scommetto, anche molto gustosa questa ricetta primaverile

    RispondiElimina
  5. Che bella...anche la dedica ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francy, il giro di boa è stato uno choc per il Martirio, Si meritava qualcosa che gli tirasse su il morale!
      Nora

      Elimina
  6. bella bella bella! E "Pasqualosissima"!!!
    Lidia

    RispondiElimina
  7. Amo le cose semplici e genuine, adoro le uova di quaglia, e questa tua torta mi piace da morire!!!! Mi piacciono i sapori e mi piace la presentazione, così divertente con i nidi, che anticipano la Pasqua!!!! Bella bella!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni anno a Pasqua mi piace portare qualcosa di nuovo ma che porti un riferimento alle uova e alla rinascita.
      Un nido è un nido, è Vita, è Pasqua!
      Grazie dei complimenti
      Nora

      Elimina
  8. Questa è semplicemente meravigliosa! Carissima Nora tu dici che non è nulla di speciale ma fidati, a me ha conquistato completamente. E se fossi il giudice probabilmente la farei vincere perché a volte è proprio la semplicità a rapirti il cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono da cose complicate e mi piace portare un po' di me in ogni piatto. Non riuscirei a emulare certe preparazioni che ho visto e quindi non mi ci provo neppure.
      Grazie dei complimenti.
      Nora

      Elimina
  9. Bella, bella, bella! Mi piacciono i sapori, semplici e ben riconoscibili, e mi piace ancor di più la presentazione: i nidi di agretti sono un'ottima idea per la Pasqua imminente. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere un suggerimento per Pasqua, si, ma anche per un pic-nic!
      A presto
      Nora

      Elimina
  10. Carissima Eleonora, volevo ringraziarti perchè a Pasqua ho fatto questa tua meravigliosa quiche ed è venuta benissimo, davvero buona!!! L'ho pubblicata sul mio blog e naturalmente ho inserito il link alla tua ricetta. Spero che la cosa ti faccia piacere!!! Se vuoi vederla la trovi qui:
    http://www.afroditaskitchen.it/
    Un grosso saluto e grazie!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da te avevo commentato già. Sono proprio contenta che sia piaciuta anche a voi.
      Nora

      Elimina
  11. L'ho vista da Afrodita e sono dovuta subito tornare per complimentarmi anche con te!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mila! Oltre che scenografica è buona!!!

      Elimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.