Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

domenica 21 giugno 2015

DUE PETTI PER DUE HAMBURGER ...ED E' ANCORA MTCHALLENGE #MTC49




Una settimana con la cucina sigillata.
Con il caldo che ha fatto per di più!
Il tutto successe sabato scorso, al ritorno dalla spesa, mentre il Martirio ritirava in box la macchina, io sono salita in casa per cercare di riporre la spesa e preparare una cena decente.
Mentre mi accingo a sollevare la tapparella di ferro della cucina, ovviamente elettrica altrimenti non ce la farei, la gatta mi si struscia tra le gambe con una prepotente richiesta di cibo. La serranda si alza sino a metà e Ariel continua ad entrare ed uscire miagolando quando, improvvisamente: un botto!
Mentre miracolosamente la micia rientra in casa incolume (ha ritirato i baffi proprio un nanosecondo prima che *cadesse la scure*)  la serranda precipita con un rumore assordante ed io rimango paralizzata con il dito sull'interruttore a guardare annichilita questo muro di ferro.
Ovviamente il Martirio rientra ed esordisce:
- Come cavolo hai fatto a rompere la tapparella?!
Io??????
Insomma: ha ceduto il sostegno di metallo che fissava il rocchetto dove si avvolge la serranda e .... patatrac!
Inutile pensare di chiamare chi le ha installate: Martirio vuole fare da se e da qui parte una serie (infinita) di supposizioni, nonché osservazioni del cassone aperto dall'alto della scala piazzata di fronte alla finestra. 
Io e la gatta ad osservare lui allibite (io, lei aspettava il turno per salire sulla scala per osservare).
Una settimana di tortura costretta a cucinare con le serrande che non lasciano passare un fiato d'aria. 
Poi, finalmente, ieri ha cominciato a lavorarci e non solo a ragionarci ed ecco: LIBERA!
Quindi, visto che ci eravamo persi un altro fine settimana nella casetta gialla, ho pensato bene di rimettermi ai fornelli per la sfida #49 di MTChallenge.
Dopo questa ricetta, mentre il Martirio ragionava sui meccanismi della tapparella, io rimuginavo tra di me accostamenti, salse, tipi di carni, di pani, per la sfida lanciata da Arianna Mazzetta del Blog Saparunda's kitchen
Quindi eccomi qui con altre due proposte: una decisamente mia, con carne d'anatra e l'altra per Arc che è a dieta e che ama il pollo. 

Quindi: armatevi di santa pazienza (Mazzé te tocca!) e seguitemi un po', perchè queste due ricette partecipo di nuovo alla Sfida #49 di MTChallenge.



HAMBURGER DI ANATRA CON SALSA BASTARDA ALLA MOSTARDA, PANE AL VINO E SEMI DI CANAPA CON CONTORNO DI ERBETTE ROSSE.


Perché? 
1- perché a me l'anatra piace e pure tanto, e invece del bacon la pelle d'anatra resa croccante in padella antiaderente, poteva andare anche meglio;
2 - perché il pane al vino (io un gutturnio che mi guardava dalla dispensa da un po') con l'anatra ci si sposa bene con quel gusto un po' acidulo che lascia il vino;
3 - perché le anatre sono animali da cortile e, vicino al cortile ci sono gli orti e negli orti crescono le erbette di questa stagione e quelle rosse mi piacciono particolarmente;
4 - mancava la salsa ma mi ha salvata Ada Boni con una besciamella bastarda che, solo per il nome mi è piaciuta subito, tanto che l'ho *corretta* con un paio di cucchiai del sugo di una mostarda di Cremona molto forte.

Quindi eccoci agli Ingredienti per 3 Hamburger:


Per 3 panini morbidi:
125 g di farina 00
124 g di farina Manitoba
130 g di vino rosso (io Gutturnio)
20 g di burro
10 g di zucchero
5 g di strutto 
4 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di malto d'orzo

per la cottura:
1 uovo battuto con 1 cucchiaio di latte
semi di canapa sbriciolati

Sciogliete nel vino il lievito con un cucchiaino di malto e fatelo riposare per 10 minuti.

Formate sulla spianatoia una fontana con la farina e versatevi il vino ed il lievito e cominciate a mescolare.

Aggiungete il burro e lo strutto a temperatura ambiente e poi il sale e lo zucchero.

Impastate sino ad avere una palla liscia ed elastica. Fatela riposare in un luogo tiepido per due ore circa (fino a che sarà raddoppiato l'impasto) in una ciotola di vetro chiusa con la pellicola.

Riprendete l'impasto, sgonfiatelo leggermente e fate tre pieghe in un senso e poi tre pieghe nell'altro senso. Lasciate riposare per mezzora coperto dalla ciotola.

Formate tre panini e metteteli su una teglia coperta da carta da forno e fateli riposare coperti da un panno umido.

Spennellate poi i panini con l'uovo sbattuto e cospargete di semi di canapa. 

Infornate in un forno caldo a 180°C e fate cuocere per 20 minuti circa, A cottura ultimata togliete dal forno e fate raffreddare su una gratella.




Ingredienti per 3 polpette/hamburger:
400 g di petto d'anatra con pelle
1 mazzetto di timo
pepe verde vanigliato

Togliete la pelle dal petto d'anatra facendo attenzione a lasciare la maggior parte del grasso attaccato alla pelle.

Tritate a coltello o nel tritacarne il petto d'anatra. Pepate e formate tre polpette che schiaccerete e rotolate il bordo nelle foglioline di timo fresco.

Ricavate delle strisce di pelle e mettetele ad abbrustolire in una padella antiaderente appoggiate dalla parte della pelle. Giratele spesso e, quando saranno croccanti, mettetele a scolare su un foglio di carta assorbente e tenetele in caldo.

Cuocete gli hamburger su una griglia calda girandoli ogni minuto fino a che saranno abbrustoliti ma morbidi internamente.

Ingredienti per la salsa besciamella bastarda alla mostarda:




20 g di burro
1 bicchiere circa di acqua
10 g di farina
1 tuorlo d'uovo
2 cucchiai di sugo di mostarda piccante (la mia era di mandarini....tremenda!)
sale

Fate fondere 10 g di burro in un padellino, aggiungete la farina e fate tostare per alcuni minuti.

Aggiungete l'acqua molto lentamente continuando a mescolare con la frusta.

Portate a bollore, aggiungete sale a piacere (assaggiate: mi raccomando, perché altrimenti sarà troppo dolce) e, quando sarà addensata come vi piace, togliete dal fuoco.

Incorporate il tuorlo sbattuto e poi i restanti 10 g di burro che avrete lasciato ammorbidire.

Versate in una salsiera e tenete in caldo.


Contorno:

1 Kg. di erbette rosse
2 cucchiai di olio EVO
1 spicchio d'aglio
sale

Mondate e lavate molto bene le erbette. 

Fate rosolare due cucchiai di olio EVO e 1 spicchio d'aglio in una padella antiaderente. Gettatevi le erbette ancora bagnate, chiudete con un coperchio ed abbassare il fuoco.

Stufate per 5/10 minuti e poi fate asciugare a padella scoperta.

Spegnete il fuoco, salate e tenete in caldo.

Composizione del panino:

Tagliate il pane e scaldatelo sulla griglia per qualche minuto (non deve abbrustolire, ma solo scaldarsi).

Versate sul fondo un cucchiaio di salsa bastarda, adagiatevi la polpetta e mettete in cima la pelle abbrustolita una fetta di pomodoro e un cucchiaio di salsa bastarda.




Chiudere il panino ed attaccareeeeee!


HAMBURGER DI POLLO E LEMON GRASS CON ZUCCHINE GRIGLIATE E MAIONESE AL LIME, PANE AL LIME CON SEMI DI FINOCCHIO E CONTORNO DI ZUCCHINE SALTATE.

Perché?
1 - perché il pollo Arc lo mangia volentieri e ultimamente è a dieta, quindi mi è parsa una soluzione che gli facesse perdere la malinconia dei panini mollicci;
2 - perché volevo provare un pane profumato ed il lime mi è parso una soluzione vincente;
3 - perché ad Arc la maionese normale non piace perché sa troppo di uovo ma il lime toglie un po' il sapore di uovo e da un tocco deciso;
4 - zucchine saltate in alternativa alle patatine fritte perché avevo in frigorifero delle piccolissime zucchinette da fiore che aspettavano una fine degna.

Ed ora si comincia:


Per 3 panini morbidi:
125 g di farina 00
124 g di farina Manitoba
130 g di latte
scorza di 1 lime
20 g di burro
10 g di zucchero
5 g di strutto 
4 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di malto d'orzo

per la cottura:
1 uovo battuto con 1 cucchiaio di latte
semi di finocchio

Sciogliete nel latte il lievito con un cucchiaino di malto e fatelo riposare per 10 minuti.

Formate sulla spianatoia una fontana con la farina, versatevi la scorza grattugiata di un lime e versatevi il latte ed il lievito e cominciate a mescolare.

Aggiungete il burro e lo strutto a temperatura ambiente e poi il sale e lo zucchero.

Impastate sino ad avere una palla liscia ed elastica. Fatela riposare in un luogo tiepido per due ore circa (fino a che sarà raddoppiato l'impasto) in una ciotola di vetro chiusa con la pellicola.

Riprendete l'impasto, sgonfiatelo leggermente e fate tre pieghe in un senso e poi tre pieghe nell'altro senso. Lasciate riposare per mezzora coperto dalla ciotola.

Formate tre panini e metteteli su una teglia coperta da carta da forno e fateli riposare coperti da un panno umido.

Spennellate poi i panini con l'uovo sbattuto e cospargete di semi di finocchio. 

Infornate in un forno caldo a 180°C e fate cuocere per 20 minuti circa, A cottura ultimata togliete dal forno e fate raffreddare su una gratella.




Ingredienti per 3 polpette/hamburger:
400 g di petto di pollo
1 cucchiaino di Lemon grass essiccata e sbriciolata finemente
pepe verde vanigliato

Tritate a coltello o nel tritacarne il petto di pollo. Mischiate il cucchiaino di lemon grass tritata e pepate e formate tre polpette che schiaccerete a formare tre hamburger.

Cuocete gli hamburger su una griglia calda girandoli ogni minuto fino a che saranno abbrustoliti.

Per la farcitura:
1 zucchina grossa.

Affettate la zucchina sottilmente e fatela grigliare su una piastra caldissima.
Tenete in caldo per la farcitura.





Ingredienti per la salsa maionese al lime:
2 tuorli 
sale
20 cc circa di olio EVO
Succo di 1/2 lime.

Qui fidatevi di Ada Boni e del Talismano della Felicità che mi ha insegnato a fare la maionese taaaanti anni fa.
La temperatura delle uova deve essere ambiente e non da frigorifero, quindi la temperatura dell'olio deve essere tiepida e quindi scaldarlo immergendolo in acqua tiepida.
Lavate una ciotola con l'acqua calda ed asciugatela bene. 
Versate i tuorli nella terrina e salateli, aggiungete qualche goccia di lime. 
Cominciate a montare le uova con una frusta a mano o un frullino elettrico (io oggi avevo premura e ho fatto con il frullino elettrico). 
Aggiungete l'olio lasciandolo cadere goccia a goccia. Montate fino a che l'olio si sarà incoporato bene e la maionese sarà compatta e solida. Aggiungete ancora qualche goccia di lime per profumare e portare alla consistenza voluta.
Coprite con della pellicola a contatto (per non formare la pellicola superficiale) e mettere in frigorifero.

Contorno:




500 g di zucchinette da fiore (quelle piccolissime, larghe un dito)
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di olio EVO
2 ciuffetti di basilico fresco.

Tagliate le zucchinette in tronchetti da mezzo centimetro l'uno e fateli saltare in una padella antiaderente con due cucchiai di olio EVO e uno spicchio di aglio fino a che le zucchine saranno abbrustolite. 
Togliete dal fuoco e tenete in caldo.

Comporre il panino:




Tagliate il panino, scaldatelo sulla piastra (non abbrustolitelo, scaldatelo solamente), versate un cucchiaio di maionese sulla base.
Aggiungete l'hamburger, le zucchine grigliate, la fetta di pomodoro, un'altra cucchiaiata di maionese.
Chiudete il panino, aggiungete nel piatto le zucchinette saltate e.... si mangiaaaa!












10 commenti:

  1. A trovarla l'anatra... Perché mi piace tantissimissimo! Ed anche il pollo, così nobilitato, dev'essere saporitissimo. Insomma, se la pausa di riflessione ha dato questi risultati, direi che sia stata più che proficua!

    RispondiElimina
  2. Viva le persiane, cara Nora (quelle che in dialetto si chiamano "gelosie"...)!
    E viva anche il petto d'anatra, che mi piace moltissimoin padela sfumato col cognac!
    Claudette

    RispondiElimina
  3. WOW!!!! Che super hamburger!!!! Complimenti

    RispondiElimina
  4. Due hamburger molto interessanti, bellissimo l'uso delle carni diverse insolite per degli hamburger ma veramente stuzzicanti ................ l'acquolina è assicurata e poi quelle zucchine grigliate che escono ad invitarti a mangiare il panino ...................... slurp!!

    RispondiElimina
  5. sono rimasta davvero senza parole
    sei un mito davvero hai abbinato il petto d'anatra al pane al vino che è una cosa divina
    compliementi ad entrambe le presentazioni ma un mega morso lo dare all'anatra in rosso ihiihihih

    RispondiElimina
  6. Anatra al vino. Come potrei esitare? Brava, hai fatto davvero delle cose sontuose. Anche la svizzera n.1, che ingredienti! Eppure ti dirò, io l'avrei smontata mettendo la mozzarella nelle zucchine e ricomponendo la carne com'era. L'hamburger mi dice poco, come tutta la cucina USA. Questi però sono diversi, una riappropriazione lombarda!

    RispondiElimina
  7. Nora... a parte che hai fatto prendere un coccolone anche a me con sta tapparella caduta...
    a parte che pensandoci anche mio marito avrebbe detto "ma come hai fatto a romperla?" (ma gli uomini sono proprio tutti uguali?)
    Tu, carissima fratella, con questi panini mi hai spiazzata. Abbinamenti praticamente perfetti in tutto e per tutto. Ma più di tutti quello all'anatra... io ADORO l'anatra!!!
    E adoro ancor di più te, ora! :)

    RispondiElimina
  8. Lo dico anche qui. Io ADORO il petto d'anatra! E' un no plus ultra delle carni in tutte le sue sfaccettature.
    StraGoloso tutto e hai fatto delle foto ai ingredienti stupende per per me da premio per non parlare dei tuoi buns perfetti!
    Meraviglioso tutto!!!

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.