Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

venerdì 25 settembre 2015

Il mio ladro di croissant al miele e pistacchio di Bronte e... una nuova sfida per #MTC50





La sfoglia la faccio spesso. Dopo i primi tentativi un po' tentennanti ci ho preso la mano, ma con la sfoglia lievitata non ho avuto ancora l'occasione di cimentarmi.
Quando ho letto il tema della sfida di #MTC50 lanciata dalla vincitrice della scorsa edizione Luisa Jane Rusconi, dal blog Rise of the Sourdough Preacher, ho pensato subito a quelli integrali pubblicati da Maria Grazia Viscito- Cooking Planner.
In una pasticceria artigianale vicino a casa, ne vendono di spettacolari con una crema di pistacchio S T R E P I T O S A.
Solo che la crema di pistacchio l'avevo e...me la sono scofanata tutta sul pane.
In casa però ho ancora degli ottimi pistacchi di Bronte e del miele millefiori buonissimo.
Ecco allora che mi *invento* una crema fatta con miele e pistacchi frullati. 
I croissant mi vengono benissimo, tanto *benissimo* che Arc ha fatto un'incursione in notturna per rubarne una metà dalla scatola dove li avevo nascosti.
Erano stati riposti in una scatola di latta nello scaffale alto della cucina. La mattina presto, vengo svegliata da un rumore non proprio ovattato proveniente dalla cucina. La gatta dormiva ai miei piedi e non poteva essere una delle sue malefatte.
Sveglio il Martirio e gli faccio notare che *c'è qualcuno in cucina!!!*
Si volta dall'altro lato farfugliando *sarà Arc che è andato a bere...*
In effetti sento i passi del briccone che rientra in camera sua.
La mattina: la scoperta! La scatola è sullo scaffale, ma messa di traverso e sul tavolo sottostante ci sono delle briciole sospette...
Arc aveva colpito! I croissant che erano stati tagliati per la foto.....SPARITI!
Interrogato la mattina, il monello ha azzardato ad un incursione di un ladro mangione.
Che dite? Faccio finta di credergli????




Prima di pubblicarli, visto che questa volta il regolamento prevede si concorra solo con UNA ricetta, penso ad una eventuale alternativa e si: provo a far i cornetti NERI con la ricetta di  Luisa Jane Rusconi. Vuoi che il lievito che ho usato era in scadenza, o che faceva una caldo tremendo, la lievitazione non è stata completa e la sfoglia è risultata NON lievitata. Pazienza: tempo per rifarli e metterli in gara non ne ho. Quindi concorro con i primissimi: 

CORNETTI INTEGRALI CON CUORE DI MIELE E PISTACCHIO DI BRONTE






Ingredienti
(ricetta di L. Di Carlo-dal blog di Maria Grazia Viscito)
Per i croissant
  • 375 g Farina sfoglia (00 W 350)
  • 125 g Farina integrale
  • 12, 5 g Lievito di birra
  • 60 g Zucchero semolato
  • Malto in polvere 7, 5 g (io non l’avevo)
  • 225 g Acqua
  • 9 g Sale fino
  • 40 g Tuorli
  • 250 g Burro (per la laminazione)

Per la farcia.
  • 100 g di pistacchi di Bronte
  • 3/4 cucchiai di miele millefiori.

Preparate la farcia frullando con un frullatore ad immersione i pistacchi ed il miele.

Sciogliete in acqua tiepida il lievito di birra ed iniziate ad impastare in planetaria gli ingredienti secchi, unite l’acqua col lievito, dando qualche giro di planetaria. Unite il sale ed i tuorli fino alla formazione della maglia glutinica ma non lavorate troppo altrimenti si strapperà durante la sfogliatura.

Una volta pronto l’impasto, fatelo lievitare per 2 ore a 24° 26°C poi interrompete la lievitazione e formate un panetto rettangolare, coprendolo con pellicola e mettendolo in frigo a 4° C per tutta la notte.

Il mattino dopo stendete l'impasto a circa 6 mm di spessore, seguendo sempre la forma rettangolare che dovrà essere circa i 2/3 del panetto in frigo. 

Date tre giri di pieghe semplici a tre, intervallate da almeno un’ora di riposo in frigo. 

Alla fine mettete a riposare il panetto in frigo per 2 ore. Infine tirate allo spessore di 3 mm circa e tagliare in tanti triangoli della base di circa 7-8 cm  e formate i croissant. Per la formatura, effettuate un taglietto di circa 1 cm versate un cucchiaino di crema al miele e pistacchio al centro della base e cominciate ad arrotolare dalla base verso la punta del triangolo.

Proseguite con la lavorazione facendo lievitare a 26°- 27 ° C per due- tre ore (comunque fino al raddoppio)

Potete dorare la superficie con uovo sbattuto (io non l'ho fatto perché mi piacciono un po' più *rustici*) e cuocete in forno caldo, a 220° C per i primi 5 minuti, poi proseguite a 180 per altri 7-8 minuti.

Sfornate i croissant e lasciateli su una gratella a raffreddare.


Con questa ricetta partecipo alla sfida n. 50 di Mtchallenge.




Per dovere di cronaca vi allego anche le foto del secondo esperimento. 





Buonissimo il gusto ma pessima la sfogliatura.... e non è nemmeno fotogenico!
Peccato non avere tempo per riproporli in gara.....


19 commenti:

  1. Che brava! Addirittura due versioni! Io mi sono fermata a una e oltretutto senza farcitura. Ma persino la Pulce sempre diffidente (non è come il tuo Arc) ha apprezzato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nostri monelli sono piccoli ma non stupidi! Ci credo che abbia apprezzato...i tuoi poi sono moooooolto più belli di quelli che ho fatto io

      Elimina
  2. ..... avrei rubato anche io..e lo dico senza vergogna

    RispondiElimina
  3. a me sembrano tutte e due buonissimi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annalena,quelli neri erano buonissimi ma (credimi!) mal lievitati erano impresentabili.
      Resta sempre il fatto che il monello se li è riservati tutti per le merende a scuola con le quali ha stupito i compagni.
      A presto
      Nora

      Elimina
  4. Sono attirata dai croissant integrali e quindi sto passando a salutare prima gli amici che hanno provato a farli. Ti sono venuti bene e le foto sono molto belle. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto ora i tuoi e sono PERFETTI. Non approssimativi come i miei!
      Bravissima.
      Nora

      Elimina
  5. Io rubo quello con il ribes... e quello un po' aperto in alto a sinistra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che mi alleno e la prox volta che ci vedremo te li rifaccio. E non approssimativi come questi, Quelli neri (che di sapore sono ottimi) li rifaccio di sicuro e con il lievito giusto, stavolta.
      Bacioni
      Nora

      Elimina
  6. Miele e pistacchi?! Contami!
    Capisco benissimo il ladro.. nessuna giuria potrebbe condannarlo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti conto ti conto, in mancanza della crema di pistacchi ho immaginato .....
      Poi il ladro conta sempre sull'amnistia.
      Nora

      Elimina
  7. Chissà perchè non mi sorprende affatto vedere quelle manine curiose e quella boccuccia avida,,,,,,,ma quando venite ????? Dai che ci inventiamo un croissant autunnale insieme!!!!
    Ho comprato altri cuscini per Arc.
    Starà più comodo....prometto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiiiiiiii! L'ho detto agli XY e sono parsi d'accordo. Appena riesco a far coincidere tutti gli impegni, ti chiamo e facciamo un programma.
      Resta inteso che se ti serve un letto a Milano...... Arc ti ospita MOOOOOOOLTO volentieri (ocio che ti vuol fare cucinare!).
      Nora

      Elimina
  8. Miele e pistacchi mi sembra un abbinamento perfetto, ancora più perfetto se inserito in un croissant. E ci credo che i ladri hanno agito di nascosto! E poi ti dico la verità, a me fanno gola anche quelli neri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono forse ancora meglio i neri, ma .... non sono lievitati ed erano impresentabili!.
      Ma li rifò, eccome se li rifò..
      Nora

      Elimina
  9. Dimmi che hai ancora un rimasuglio di crema al miele e pistacchi!!!
    Mamma mia muoro, mi statae deliziando con delle bellissime ricette!
    Mi sa che non è stato tanto un male che Arc abbia fatto l'incursione in cucina, csì ci hai deliziate con queste meraviglia ;)
    In bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  10. ahahaahhaahha sti figli. E le giustificazioni! Guarda, a volte sono talmente paradossali che non posso fare altro che fingere di crederci. Ma lo hai guardato bene tuo figlio mentre si sbafa quel croissant? E' così concentrato che non vuole perdersene manco un briciola.
    E queste son soddisfazioni! Mi dispiace solo di non poter leggere di più sull'esperimento nero, che in effetti sembrava molto interessante. Un forte abbraccio mia cara. Pat

    RispondiElimina
  11. Belin Nora, sei peggio di poirot :-)
    la scatola leggermente spostata sulla sinistra :-)
    E d'altronde, solo da una che ha la perfezione nel DNA potevano venir fuori croissant del genere. Quelli neri compresi, checchè tu ne dica. Ma già, dimenticavo: è il DNA che aguzza l'occhio critico...
    Brava,brava,brava!

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.