Questo sito utilizza i cookie per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l’utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultate la nostra politica sui cookies.

sabato 16 gennaio 2016

Le mie due versioni della pasta e fagioli per Il Calendario del Cibo di AIFB la Giornata Nazionale della Pasta e fagioli.

Dall'1 Gennaio 2016 è partita un'iniziativa grandiosa dell'Associazione Italiana Food Blogger - AIFB: Il Calendario del Cibo.
Ogni giorno di questo nuovo anno, è dedicato ad un piatto della nostra tradizione con un'ambasciatrice (o un ambasciatore) che ci introduce il piatto dal punto di vista storico e tradizionale e, ovviamente con la ricetta!
Oggi è la Giornata Nazionale della Pasta e Fagioli e l'ambasciatrice è Sabrina Tocchio del blog Natosottoilcavolo.
Come poter non sostenerla riproponendo ben due versioni che da anni propino propongo alla famiglia.

Le avevo già pubblicate qui e qui ma, per sostenere questo Calendario tutto Italiano, ho pensato di riproporvele e, con questo freddo come non coccolarsi con la 

PASTA PATATE E FAGIOLI (con osso di Prosciutto).







Sgranate i fagioli e lavarli in acqua corrente. Pelate le patate e tagliatele a tocchetti (1 cm circa per lato). Affettate sottilmente la cipolla e tritate grossolanamente il prosciutto crudo.



Mettete a rosolare in una pentola (meglio se di coccio) la cipolla, il prosciutto con l'olio EVO.




Quando sarà appassita la cipolla aggiungete i fagioli e le patate a cubetti e fateli insaporire per 5 minuti circa.




Aggiungete 1 l di brodo circa, l'osso di prosciutto ed il rametto di rosmarino. Incoperchiate e fate cuocere a fuoco bassissimo per 35/40 minuti (i fagioli saranno pronti quando diventeranno teneri). 



A questo punto togliete l'osso e aggiungete la pasta, se serve altro brodo, e fate cuocere per il tempo consigliato dalla ditta produttrice (io 9 minuti).



Spegnete la fiamma, condite con pepe nero, e fate riposare coperta ancora per 3/5 minuti.




Servite caldissima....






Note: Come vedete nella foto in casa TataNora si preferisce la versione *spessa*... ma anche quella più brodosa ha il suo *perché*....

Se invece preferite la versione con la pasta fresca....


PASTA E FAGIOLI CON MALTAGLIATI ALLA FARINA DI CECI.


Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta:
160 g di farina di ceci
40 g di farina 00
2 uova intere (piccole) e 1 tuorlo


Per la zuppa
500 g fagioli borlotti freschi sgusciati
1 patata media
2 gambe di sedano verde
2 carote medie
1 cipolla dorata piccola
1 fesa d'aglio
100 g di un fondo di prosciutto crudo misto
1500 ml di brodo di carne (il mio fatto con l'estratto casalingo)
4 foglie grandi di salvia fresca
1 bicchiere di vino rosso (io avevo della barbera)
Olio EVO 4 cucchiai.
Pepe a mulinello

4 fette (una per commensale) di pane toscano secco
1 fesa d'aglio

Setacciare le due farine, formare una fontana, aggiungere al centro le uova ed il tuorlo e, aiutandovi con la forchetta, mescolare gli ingredienti per lavorare poi a mano, impastando bene con il palmo della mano. 
Formare un panetto morbido e liscio. Avvolgerlo nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare almeno 30 minuti.

Tirare poi la sfoglia sottile con il mattarello ricavandone delle strisce di circa 15 cm di larghezza.
Piegarle a metà e tagliare in modo irregolare, i pezzi di pasta che, infarinati con farina di semola, lascerete asciugare distesi su un panno infarinato.

Versare in una pentola (meglio se di coccio) l'olio, la cipolla sminuzzata, il sedano e la carota sminuzzati.
Soffriggere a fuoco basso mentre si riduce a tocchetti il fondo di prosciutto crudo.
Unirlo al soffritto e aggiungere la salvia fresca.
Aggiungere le patate ridotte a quadratini di mezzo centimetro circa ed i fagioli.
Tostare leggermente e sfumare con il vino rosso.
Aggiungere 1 litro di brodo caldo, coprire e lasciare cuocere fino a completa cottura dei fagioli (schiacciandoli con il dorso del cucchiaio si devono disfare)
Con una schiumarola togliere una *mestolata* di fagioli interi e tenerli da parte.
Passare i brodo e la verdura rimasta con un passaverdure o con un frullatore ad immersione.

Riportare a bollitura e aggiungere la pasta. Aggiungere del brodo se fosse troppo densa.

Far cuocere per il tempo necessario a cuocere la pasta (pochi minuti, dipende dalla grossezza dei maltagliati) spegnere il fuoco e aggiungere i fagioli tenuti da parte.

Servire in fondine calde dove avrete messo sul fondo una fetta di pane secco strofinata con l'aglio.

Spolverare con una macinata di pepe fresco.... 

5 commenti:

  1. Due addirittura! Sono commossa sia per la disponibilità che per le ricette! L'osso di prosciutto anche nonna lo usava per la pasta e fagioli ma solo quando finiva il prosciutto per cui pochissime volte l'anno e la farina di ceci per la pasta è una cosa da provare!

    RispondiElimina
  2. Bellissima l'osso di prosciutto lo usiamo anche noi...bellissime ricette entrambe.

    RispondiElimina
  3. La pasta fatta con farina di ceci è mitica!

    RispondiElimina
  4. La versione spessa è uno spettacolo! capiso il suo perché, anche a casa mia, ripassata in padella, il giorno dopo, va alla grande :-)

    RispondiElimina
  5. Lo sai che l'osso di prosciutto per me è un mito? Mai riuscita a vederne uno in un piatto. Belle tutt'e due, la prima la ricordavo, l'altra no, ma davvero invitanti.

    RispondiElimina

Tutti coloro che si palesano possono lasciare un commento... basta sia educato - Non pubblico per scelta commenti non firmati.